Lo “Squalo dello Stretto” Nibali verso la vetta della classifica iridata

22 Marzo 2018 0 Di il cosmo

«Il mio unico pensiero durante una gara è non aver paura di fare mosse decisive. Se si pensa troppo, se si inizia a giocare con il tempo, allora è finita. Bisogna non aver paura e seguire il proprio istinto. Ecco come ho costruito tutte le mie vittorie più belle». Così diceva Vincenzo Nibali durante un’intervista nel 2013 e come allora continua a seguire il suo istinto. Con un tempo di 7:18:43 il siciliano ha concluso la celebre Milano-Sanremo, all’edizione 109, finendo nei piani alti della classifica dell’Unione ciclistica internazionale. Lo “Squalo” ora occupa la terza posizione, con 3.220, alle spalle dell’inglese Chris Froome, che di punti ne ha 3.693,43, e del belga Greg Van Avermaet, a quota 3.614,57. Alle spalle di Nibali ci sono, nell’ordine, l’esperto spagnolo Alejandro Valverde (3.055 punti), il norvegese Alexander Kristoff (2.997) e il campione del mondo in carica Peter Sagan, sesto con 2.689 punti. L’Italia, in base ai risultati dei propri corridori, guida invece la classifica per nazioni con 15.165, davanti al Belgio con 14808,57 e alla Spagna con 11.949. Ora Nibali punta all’altra celebre competizione: la Liegi-Bastogne-Liegi del prossimo 22 aprile.Cycling: Milano-Sanremo 2018Giro d'Italia: eighteenth stage