Il mondo dietro le sbarre tra leggi da varare e diritti negati

Il mondo dietro le sbarre tra leggi da varare e diritti negati

29 Mar 2018 0 Di il cosmo

Quanto sono sovraffollate le carceri italiane? Quali sono le regioni più sature di detenuti e quali quelle che, invece, riescono a offrire servizi dignitosi? I numeri, aggiornati a maggio 2017, parlano di 10.320 detenuti in eccesso, ossia la somma delle persone che si trovano in carcere in più rispetto alla capienza di ogni singolo istituto di pena.
Il numero dei detenuti coinvolti nel sovraffollamento è pari a 46.336. Parliamo di tutte le persone detenute rinchiuse in carceri sovraffollati. Proseguiamo con i numeri. I detenuti, in totale, sono 56.863, su una capienza totale di 50.069. Apparentemente, dunque, quelli in eccesso sono 6.794 (sovraffollamento apparente pari al 113,57%). Quelli in eccesso (reale) sono 10.320, il 18,15% del totale dei detenuti presenti, il 20,61% della capienza delle carceri.
Ci sono anche 3.512 posti non utilizzati, pari al 7,01% del totale dei posti disponibili. I detenuti coinvolti nel sovraffollamento sono l’81,49% della somma dei detenuti presenti, il 92,54% del totale dei posti disponibili. In tutto, 131 prigioni del nostro Paese soffrono di sovraffollamento su un totale di 194 strutture presenti (67,88%). Il che significa che 63 su 194 non sono sovraffollate (il 32,64%).
Analizziamo ora la situazione regionale: quella con più detenuti è la Lombardia (8.217), seguita dalla Campania (7.174). Poi Lazio (6.260) e Sicilia (6.170). La Valle d’Aosta, con 177, è invece la regione con meno carcerati. La distribuzione degli stranieri, invece , qual è? Il Trentino Alto Adige, in percentuale, è la regione con più stranieri detenuti (70,93%), poi c’è la Valle d’Aosta (58,19%), ma stiamo parlando di due zone in cui convivono più facilmente italiani e non italiani. Più interessante il dato che riguarda il terzo posto: il Veneto, con il 54,53%, precede la Liguria (51,25%).
Per la componente femminile detenuta, 2.394 in tutto, la Lombardia (434) è davanti al Lazio (412). In entrambi i casi, sono di più di quante ne potrebbero contenere le carceri (rispettivamente, 317 e 337). In Valle d’Aosta e Molise non c’è neanche una donna in carcere. Altre statistiche sul sovraffollamento.
È il carcere napoletano di Poggioreale quello con più detenuti in eccesso, ben 530 (2.154 contro una capienza massima di 1.624). Poi c’è l’Opera di Milano con 342 (1.247 contro 905). Il carcere di Arezzo, 23 detenuti presenti su 101 posti, è quello meno affollato (22,77%). In percentuale, però, batte tutti Lodi (204,44%), con 92 detenuti in cella contro i 45 che potrebbe contenerne al massimo.
Chiudiamo con una statistica che riguarda gli agenti presenti nelle carceri italiane. Sono presenti, in tutto, 29.049 poliziotti, ma dovrebbero essere 32.342. La Valle d’Aosta è quella dove ce ne sono meno rispetto a quelli previsti (102 su 133), al secondo posto c’è la Sardegna (1.189 su 1.481 previsti). In Calabria, 1.218 quelli presenti contro i 1.120 previsti, la percentuale maggiore di agenti in carcere.

di Alessandro Pignatelli