Un negozio di tatuaggi? “Apritelo solo se avete passione e pazienza”

19 Aprile 2018 0 Di il cosmo

Un negozio di tatuaggi? “Apritelo solo se avete passione e pazienza”
Se è vero che in Italia il tatuaggio è donna, a Milano proprio due ragazze gestiscono un Centro specializzato, ‘Heart Tattoo’, e di cose da raccontare ne hanno tante, nonostante la loro giovane età. Giada ha infatti 21 anni, Sophie 24. La seconda ammette: “Ho sempre voluto fare questo lavoro, mia mamma è super tatuata. Per sette anni ho fatto però la cuoca di ristoranti di lusso, per un anno la barista per le colazioni, poi finalmente ho iniziato l’apprendistato in negozio. Ho potuto unire le mie due grandi passioni: il disegno e i tatuaggi”.
Giada conferma che Sophie è l’enfant de pays: “Sophie ha finito presto l’apprendistato, è molto avanti, ma questo è un lavoro che richiede molto tempo. Non è sufficiente saper disegnare, devi imparare a tatuare. Poi ci sono tecniche diverse e devi acquisirle. Naturalmente, infine, per far funzionare l’attività serve farsi un giro di clienti. E’ un processo lungo, iniziatelo solo se avete veramente passione e pazienza. Non smetti mai di disegnare, anche quando sei a casa con la mente produci”. Il negozio si trova dalle parti dell’università, dunque di lavoro non ne manca: “Il viavai di giovani favorisce sicuramente”.
Giada ha uno stile bianco e nero realistico, detto in gergo figurativo realistico in bianco e nero. Sophie, invece, tatua a colori con effetto acquarellato. E le piacciono i cartoon.
I clienti che passano da Heart Tattoo sono per lo più adulti: “Vengono per dare una svolta alla loro vita. Solitamente, è il primo tatuaggio che fanno. La fascia d’età? Dai 35 ai 50, ma a volte c’è anche chi ha una sessantina d’anni e decide di tatuarsi”. I giovani, invece, hanno già altri disegni quando arrivano da Giada e Sophie, gentili e disponibili con tutti per consigli e precauzioni. “Quando qualcuno ci dice che ha paura del dolore, noi lo spingiamo verso punti del corpo dove fa meno male. Che sono esterno braccio e gamba. E proponiamo tattoo per i quali bastano tra i 30 e i 40 minuti di operazione”.
L’altra paura è che il tatuaggio è per sempre: “Pensano di potersi pentire, anche se al momento della decisione sono convinti. Devono stare tranquilli perché, eventualmente, esiste la cover-up, ossia la copertura di un tatuaggio”.
Il posto più strano su cui le due ragazze han fatto il tattoo è stato su una natica maschile. Sophie ammette che il suo più bello “è quello che sto continuando a fare tuttora. Rose acquerellate su una donna”. Giada, invece, è affezionata “a tanti. Ma forse il più dolce è stato quello che mi ha chiesto mio papà. Pur essendo una persona molto rigida, si è fidata di sua figlia”.