Italia taekwondo ancora grande: gli juniores staccano il pass per i Giochi Olimpici

L’Italia del taekwondo continua a stupire. Ad Hammamet in Tunisia, infatti, i tre juniores Gabriele Caulo, Assunta Cennamo e Sofia Zampetti hanno staccato il pass per i Giochi olimpici giovanili dal 6 al 18 ottobre a Buenos Aires. Dopo la qualificazione, ai Mondiali juniores Caulo e Cennamo sono riusciti ad arrivare fino alle medaglie, rispettivamente di argento e bronzo. Sofia Zampetti, che si è fermata ai quarti di finale nella categoria -44 kg, si è qualificata lo stesso entrando anche come settima nel ranking in tabellone. Gabriele Caulo in finale ha perso contro l’azero Javad Aghayev, ma disputa un incontro bellissimo. Tecnica, velocità, tenacia e tantissimi capovolgimenti di fronte hanno contraddistinto questa finale che ha visto Gabriele perdere l’oro per un solo punto. L’azzurro partito in sordina, punto dopo punto ha recuperato lo svantaggio iniziale portandosi addirittura in vantaggio a pochi secondi della fine. L’incontro però si è concluso 14-13 per l’azero, lasciando Gabriele ad un soffio dal gradino più alto del podio. Bel mondiale quello di Gabriele che è approdato in finale dopo aver vinto ben cinque incontri superando nell’ordine il brasilianoMarcos Toledo De Souza (21-5), il canadese Alexander Genewicz (per abbandono), il kazako Dimat Zhumabek (37-17) e in semifinale il bosniaco Nedzad Husic (32-23). Nei giorni scorsi, durante il torneo per la Qualificazione Olimpica Giovanile lo stesso Gabriele Caulo aveva conquistato una medaglia di Bronzo nella categoria -63 kg.

Rispondi