Salute & Benessere: Carboidrati: fanno ingrassare? Sfatiamo i falsi miti

I carboidrati, di per sé, non fanno né male né ingrassare: un’informazione, questa, che è importante comunicare perché spesso si tende a credere il contrario. Sono tante, infatti, le persone che tendono a eliminarli quando subentra il desiderio o la necessità di dimagrire, «ma è sbagliato, sia in caso di regime alimentare ipocalorico sia nei casi di mantenimento del peso. È meglio, piuttosto, scegliere i carboidrati giusti».

Non demonizzare i carboidrati: il nutrizionista Massiliano Ciarmatori spiega che non sarebbero i carboidrati a far ingrassare e non è eliminarli la soluzione ai problemi di peso e di salute. «Anzi – aggiunge Ciarmatori –, i carboidrati sono la prima fonte di energia per il corpo, sono il nostro carburante. Non solo: se scelti bene, possono essere anche un toccasana grazie al loro potere antinfiammatorio e antitumorale».

Carboidrati, sì: ma quelli giusti, dicevamo. «E’ importante, innanzitutto, fare una distinzione tra i carboidrati amidacei e fibrosi. I primi sono quelli che contengono un’alta percentuale di amido, i secondi di fibra. Tra gli amidacei troviamo patate, i semi dei cereali come frumento, mais, orzo, riso e avena e ovviamente i prodotti che ne derivano come pasta, pane, riso, farina, biscotti… Anche i legumi, poi, rappresentano una grande fonte di amido. Tra i carboidrati fibrosi, integratori di vitamine e minerali, troviamo in particolar modo la frutta e la verdura e i cereali integrali e sono quelli che aiutano a mantenere sano il tratto intestinale. Per una dieta salutare – spiega il nutrizionista – da eliminare, o comunque da diminuire, sono solamente i carboidrati raffinati, elaborati, quelli a cui l’industria aggiunge una grande quantità di zuccheri. Oltre a essere responsabili dell’ingrassamento, inducono dipendenza».

Tante scuole di pensiero, poi, sostengono che “non bisognerebbe mangiare carboidrati dopo le 18”: «Ci sono alcune specificazioni da fare, perché non è una verità assoluta benché sia un’affermazione con qualche base scientifica. La sera il nostro metabolismo lavora meno ma i carboidrati rimangono, per più ragioni, fondamentali. Quindi anche in questo caso, è semplicemente meglio fare una cernita degli alimenti che scegliamo: 80 grammi di riso integrale, la sera, non fanno né male né ingrassare. Anzi. All’assunzione serale di glucidi è correlata una miglior secrezione di leptina durante la giornata, ormone determinante per dimagrire o, comunque, rimanere in forma perché regola la spesa calorica, l’appetito e il metabolismo».

Attenzione, quindi, ai falsi miti che girano intorno ai carboidrati: «Oltre a essere la nostra fonte di energia, una buona selezione dei carboidrati è fondamentale per la protezione della nostra salute. Ricordiamo che sono alla base della dieta mediterranea, considerata una delle più efficaci per una vita piena di benessere».

Rispondi