Calciomercato: primi colpi in arrivo

La sessione di calciomercato di quest’anno sarà tra le più brevi della storia recente. Come stabilito dalla FIGC, infatti, tramite il presidente Giovanni Malagò (commissario straordinario della Lega di Serie A), in estate la finestra dei trasferimenti chiuderà anticipatamente. Il grande circo del mercato partirà ufficialmente il primo luglio per concludersi il 18 agosto, esattamente il giorno prima l’inizio del campionato, ma la fibrillazione da affari è già partita con sommo anticipo e incominciano a vedersi i primi botti e i primi arrivi. In casa Juventus si attende la chiusura della trattativa avviatissima che vede protagonista il portiere Perin, proveniente dal Genoa, che si accaserà in bianconero per una cifra intorno ai 13 milioni, cifra simile, o qualcosa di più per Darmian che lascia il Manchester United per giungere a Torino sotto la Mole, Mole che attende l’arrivo ufficiale del colpaccio Emre Can a parametro zero. Capitolo Milinkovic Savic , il sogno di tutti i tifosi bianconeri a centrocampo è lui: giocatore che piace tantissimo, da due anni, a tutti i dirigenti bianconeri, ed è considerato da Allegri, la vera chiave di volta per la mediana Juve. La società ha già fatto un’offerta di 80 milioni rifiutata dalla Lazio che valuta il talento del serbo almeno 120 milioni. Il problema reale risiede nel andare a trattare con Lotito che, quando si mette in testa una cifra, quella deve spuntare, senza nemmeno uno sconto di un euro. Se Lotito deciderà di scatenare un’asta la Juve, come sappiamo bene, non partecipa mai, Lotito vuole tutta la cifra cash senza contropartite tecniche. Curioso osservare le evoluzioni del caso, che è già divenuto un tormentone estivo. Il Napoli, dopo l’arrivo del tecnico Ancelotti, è vicino a Simone Verdi, che aveva preferito rimanere a Bologna a gennaio, mentre tra i pali potrebbe assicurarsi le prestazioni di Bernd Leno, del Bayen Leverkusen fresco di non convocazione per i Mondiali con la squadra dei bianchi di Germania. Ma a Napoli attendono altri colpi per costruire una squadra ancora più forte magari prelevando Torreira dalla Sampdoria visto che Jorginho è attratto, e pure molto, dal Manchester City. L’Inter, che è tornata in Champions, prima deve sistemare i conti, attenzionati dalla Uefa, poi potrà gettarsi a capofitto in alcune trattative: a Spalletti piace, e anche tanto Nainngolan della Roma. Mosso un primo passo verso Daley Blind, terzino sinistro del Manchester United che può tornare utile anche come difensore centrale o a centrocampo, Santon va verso il rinnovo, mentre Icardi, attualmente in vacanza, nicchia in attesa di un rinnovo contrattuale con corposo ritocco d’ingaggio, improbabile che l’Inter se ne privi, anche se la clausola valida solo per l’estero, tra il 1° e il 15 luglio, può stimolare diversi compratori in Europa. La Roma deve guardarsi dalle mire del Real Madrid verso il portiere Alisson, ormai valutato intorno agli 80 milioni, che ha addosso gli occhi di alcuni club prestigiosissimi, e cerca di portare nella città eterna il centrocampista Cristante, valutato una trentina di milioni per rinforzare l’organico, che rischia di perdere due pezzi importanti come Strootman, interesse Inter, e Pellegrini, che la Juve vuole, pagando la clausola rescissoria. Il Milan, sempre in attesa della sentenza Uefa, pare abbastanza fermo in sede di trattative, si fanno tanti nomi per l’attaccante centrale che serve, da Falcao a Immobile a Timo Werner, talento cristallino di soli 21 anni del Lipsia, ma al momento nessuna negoziazione concreta e soprattutto ufficiale. Resta da capire quale sarà il budget in possesso della società rossonera da impiegare in estate, e soprattutto se il Milan giocherà le coppe o meno, fattore questo basilare per la stagione sportiva e gli intrecci di mercato. Una delle poche panchine vuote sta per trovare un nuovo padrone: Rolando Maran al Cagliari è praticamente cosa fatta, manca solo l’annuncio ufficiale. Il Cagliari, per rafforzare la rosa, si è già messo sulle tracce di Darjo Srna, classe 1982, gioca dal 2003 con gli ucraini dello Shakhtar Donetsk e mantiene ancora il record di presenze nella nazionale croata (134). Il terzino, con tanta esperienza internazionale, è pronto a sbarcare in Italia, firmando il contratto con il sodalizio sardo. Un bel colpo di sicuro affidamento.

di Franco Leonetti

srna_1.jpg

Rispondi