Roma caput mundi: la bellezza dell’Isola Tiberina

L’Isola Tiberina e’ una dei luoghi più affascinanti e misteriosi di Roma, ricca di leggende e misteri.

 

Si racconta che quando Lucio Tarquinio Superbo, ultimo re di Roma, fu spodestato, durante la rivolta generale il popolo si accanì contro la sua enorme riserva di grano e provarono a distruggerla gettandola nel Tevere. In questo modo però si dice che il grano era così tanto che andò a formare un’isoletta. Tempo dopo, durante una pestilenza, fu portato a Roma uno dei serpenti sacri al Dio greco della Medicina su una nave, che risalendo il fiume, incontrò l’isola. L’animale ne fu immediatamente attratto e scivolò giù dall’imbarcazione raggiungendo quella porzione di terra. Da allora l’isola fu consacrata alla Medicina. Fu dedicato così un tempio ad Esculapio e l’isola fu riadattata con la forma di una nave, a ricordare la sua origine. Tanti secoli sono trascorsi e altrettanti cambiamenti sono avvenuti e ora l’Isola Tiberina ci appare con la forma di una nave, un ponte che la collega al Lungotevere e il modernissimo ospedale Fatebenefratelli.
Ma ascoltando le storie degli anziani del centro, l’Isola Tiberina un giorno tornerà ad essere una nave e prenderà il largo verso il mare.

di Olivia Balzar

 

Rispondi