Ginnastica ritmica: le farfalle nazionali continuano a volare

Le Farfalle nazionali continuano a volare. Un nuovo oro azzurro agli Europei di ginnastica ritmica di Guadalajara, Spagna. Le Farfalle di Emanuela Maccarani, campionesse del mondo in carica nei 5 Cerchi, hanno conquistato la medaglia d’oro anche agli Europei, esibendosi sulle note del Lago dei Cigni. L’aviere del gruppo Sportivo di Vigna di Valle, Alessia Maurelli, e le sue compagne – Martina Centofanti (CS Aeronautica Militare), Anna Basta (Pol. Pontevecchio Bologna) Letizia Cicconcelli (ASDG Fabriano), Agnese Duranti (Pol. La Fenice Spoleto) e Martina Santandrea (Estense Putinati Ferrara) salgono sul gradino più alto del podio continentale con il punteggio di 22.350, precedendo l’Ucraina, argento a quota 22.100. Terza la Russia con 21.600. Dopo l’argento nel concorso generale le azzurre festeggiano così un successo europeo che mancava da 10 anni, ovvero dall’oro con le 5 funi agli Europei di Torino 2008. Si incamminano già bene le Azzurre in vista di Tokyo 2020. Il Cio ha, infatti, ufficializzato i criteri di qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020 per quanto riguarda la ginnastica ritmica. Nella capitale giapponese si assegneranno 2 titoli: quello nell’all-around a squadre e quello nell’all-around individuale. Sono 96 le ginnaste che parteciperanno ai Giochi: 26 individualiste e 70 appartenenti alle 14 squadre composte da cinque ragazze ciascuna. Ogni Nazione può schierare massimo un gruppo e due individualiste. Questo è l’unico sport olimpico, insieme al nuoto sincronizzato, ad avere ancora discriminazione. Le Nazionali che saliranno sul podio ai Mondiali 2018 si qualificheranno direttamente alle Olimpiadi come le cinque Nazionali meglio piazzate ai Mondiali 2019, escluse quelle a medaglie nella rassegna iridata dell’anno precedente. Le cinque squadre vincitrici dei Campionati Continentali 2020 si qualificano direttamente e se già ammesse a Tokyo 2020, si assegneranno i pass in base alla classifica dei Mondiali 2019. Il Giappone è già qualificato. Se dovesse ottenere il pass anche sul campo allora il posto verrà ceduto alla miglior classificata dei Mondiali 2019 che era originariamente rimasta fuori. Nell’individuale sono ventisei i posti a disposizione. Le migliori 16 ginnaste (massimo 2 per Nazione) si qualificheranno alle Olimpiadi vincendo i Mondiali del 2019 e alla Coppa del Mondo 2020, dove le migliori tre atlete si qualificheranno ai Giochi ma con alcuni paletti: massimo 1 per Nazione, ovviamente non devono essersi già qualificate tramite i Mondiali. Stesso discorso per i Campionati Continentali 2020: le cinque vincitrici si qualificheranno alle Olimpiadi, se sono già ammesse o il loro Paese ha già due atlete a Tokyo, verranno prese in considerazione le seconde classificate e via dicendo.

di Deborah Villarboito

 

Rispondi