Robozao, il robot ballerino e l’intelligenza artificiale

Conoscete Robozao? Potrebbe sembrare un robot con dentro un essere umano, ma non è così. È una vera e propria macchina, radiocomandata, nata in Brasile nel 2009 e diventato un’autentica star grazie alla partecipazione al talent show ‘Ballando con le stelle 2018’. Lei Almeida ha creato il robot ballerino, coronando un sogno, quello di trasformare in una macchina reale un personaggio dei cartoni animati.
Pensate: seppure nato nel 2009, il marchio Robozao è stato depositato soltanto nel 2011. Le sue prime apparizioni sono, appunto nel 2009, al Carnevale brasiliana, presentato dalla famosa cantante sudamericana Ivete Sangalo. In meno di dieci anni, ne ha fatta di strada. Oggi è probabilmente uno dei personaggi preferiti dai bambini, nonché mascotte in stadi, feste o eventi aziendali.
Robozao è un autentico gigante, alto 280 centimetri per un peso di appena 60 chili. Per costruirlo, sono stati utilizzati materiali ultra leggeri, in modo da avere l’abilità necessaria a eseguire passi di danza anche difficili. Il robot – ballerino si muove grazie ai comandi che gli vengono dati, tramite radio comando, da distanza ravvicinata. La voce è un mistero: c’è chi dice che sia doppiata, chi che sia proprio la voce dell’automa. Quello che si sa è che ama parecchio la salsa. Sa anche cantare.
Quello che lo fa assomigliare a un’intelligenza artificiale è che, pur avendo chi da poca distanza gli dice che passi fare e come muoversi, ha bisogno di lezioni per installare al suo interno il ballo specifico da eseguire successivamente. Milly Carlucci ha fatto sapere che, prima di partecipare all’edizione 2018 dello show, si sia visto tutte le edizioni precedenti. Immagazzinando dati, parole, movimenti, battute.

Chi crede che questo sia interamente un robot, e non abbia al suo interno un uomo, già si pone dubbi sul futuro: se questo gigante è stato programmato per ballare e cantare, per intrattenere, un domani qualcuno potrebbe programmarne uno per azioni militari, per sparare, per uccidere? Per adesso, limitiamoci a sorridere mentre Robozao fa un passo di salsa con l’agilità di un ballerino latino-americano con anni di esperienza alle spalle.

di Alessandro Probozao-ballando-con-le-stelle-robot-uomoignatelli

Rispondi