Criptovaluta, attenti agli hacker e alla bolla

Il bitcoin è anonimo, non è soggetto a svalutazione da parte degli Stati, ma anche questa criptovaluta ha dei rischi. Paradossalmente, essere il denaro di nessuno può creare un grosso pericolo, un’anarchia monetaria. Anche il fatto che governi o banche centrali possano controllare questa valuta può essere pure uno svantaggio. Nessun istituto di credito tiene sotto controllo e in equilibrio la moneta virtuale.

Il premio Nobel dell’Economia del 2001, Joseph Stiglitz, definisce la moneta che non esiste “una grande bolla che rischia di finire in lacrime”. Come starete sicuramente comprendendo meglio, dietro all’enorme crescita (e alle grosse debacle) dei bitcoin ci stanno semplicemente i risparmiatori. Il valore è infatti determinato solo da quanto le persone sono disposte a pagare per averne uno e da quanto i trader si aspettano che le persone saranno disposte a pagare in futuro. Il valore di un’azione è legata ai risultati ottenuti dall’azienda, i titoli speculatici come i futures sul petrolio sono legati alle dinamiche di domanda e offerta dell’oro nero. La quotazione del bitcoin, invece, si lega solo a se stessa. Basta da sola per sopravvivere. Portandosi dietro un enorme rischio, quello speculativo.
Riassumendo: i bitcoin sono estremamente volatili, quindi è troppo rischioso oggi usarli come mezzo di pagamento per l’economia reale; sono difficili da acquisire, bisogna entrare in contatto con exchange online, processo non semplice per l’utente medio; non hanno norme, le varie giurisdizioni non le riconoscono in modo omogeneo; limitata politica monetaria, i governi e le banche centrali stanno tuttora studiando la criptovaluta.

Se inizialmente a molti è parso l’Eldorado, un po’ come la corsa all’oro di una volta, oggi bisogna pure aprire gli occhi. Non è tutto oro ciò che luccica. È meglio dunque formarsi prima un’autentica cultura su questo mondo e, solo successivamente, decidere eventualmente di entrarci creando un portafogli. Anche perché, va da sé, in questo campo si è molto più vulnerabili agli hacker. In grado di far sparire dal proprio portafoglio virtuale il denaro.

di Alessandro Pignatelli

Rispondi