Come alimentare un cane sterilizzato

La scelta di sterilizzare il proprio cane comporta alcune conseguenze e modifiche alle quali è importante far attenzione per preservare la salute dell’animale.
Tra gli effetti della sterilizzazione, c’è il possibile rallentamento del metabolismo: le calorie, quindi, invece di essere utilizzate come forma di energia, potrebbero accumularsi e trasformarsi in grasso. Per questo motivo è bene fare attenzione a somministrare al cane alimenti adeguati e in quantità giuste (esistono cibi selezionati per animali sterilizzati) nonché agevolare la sua attività fisica.
Stimolare il cane a fare moto è utile anche alla tendenza che potrebbe avere un cane ad annoiarsi di più, anche questo effetto della sterilizzazione; la noia potrebbe renderlo più sedentario e portarlo a chiedere più cibo, problematiche risolvibili con il gioco e, anche in questo caso, l’attività fisica.
In virtù di questi cambiamenti, l’alimentazione di un cane sterilizzato deve apportare una quantità inferiore di calorie e di grassi, che vanno adeguatamente proporzionati. Al contrario, invece, è bene aumentare il contenuto di fibre che aiutano il senso di sazietà e favoriscono una corretta evacuazione. Oltre alle fibre, è importante fare attenzione alla quantità di proteine. Non solo, è importante un occhio di riguardo anche verso la qualità delle proteine, per cui al momento della scelta dei cibi è necessario leggere la tabella nutrizionale.
E ancora: fondamentale è anche la riduzione di magnesio, poiché nei cani sterilizzati un eccesso di questo nutriente potrebbe provocare calcoli e problemi alle vie urinarie; equilibrato deve essere anche il rapporto tra calcio e fosforo.
Altri due consigli importanti riguardano l’acqua e i “fuori pasto”: il cane deve avere sempre acqua pulita e fresca a disposizione ed è necessario invogliarlo a bere anche se non ne dimostra la necessità; occorre evitare che l’animale faccia troppi “spuntini fuori pasto”, specialmente se derivati dall’alimentazione “umana”, spesso condita e troppo salata per Fido.
Un cane castrato ha molte più possibilità di incorrere nel rischio dell’obesità, con tutte le conseguenze che da quest’ultima derivano: è fondamentale quindi abituare velocemente il cane ai cambiamenti alimentari, se prima non erano adeguati a una castrazione, affinché non sviluppi patologie evitabili.

di Sabrina Falanga

Rispondi