L’ombrellone si prenota dal telefono. E si affitta pure

Vuoi prenotare l’ombrellone? O magari il lettino? Non è necessario andare in spiaggia e contrattare con il proprietario. Sono sempre di più le app che danno la possibilità di utilizzare questo servizio con un semplice click. Ne citiamo alcune. Partiamo con BYB: permette di effettuare le prenotazioni anche tenendo conto delle recensioni degli altri utenti.

BYB sta per Book Your Beach. Non sono l’ombrellone, ma anche il lettino: tutto è prenotabile. Sono stati tre ragazzi liguri a inventare l’applicazione, vincendo tra l’altro il primo premio al Chiavari Crea Impresa. Come funziona? Utilizzando un dispositivo mobile, Android e iOS. Ma anche direttamente dal browser. Attraverso l’app, si può valutare la qualità di uno stabilimento balneare dalle recensioni degli altri utenti. Ognuno può scegliere il posto migliore in relazione ai prezzi, alla possibilità o meno di portare un animale domestico in spiaggia, alla disponibilità di servizi per i disabili. Il pagamento si effettua con carta di credito, BYB a questo punto invia un voucher al cliente.

I vantaggi sono per i gestori. Possono organizzare meglio la spiaggia, ma soprattutto accedono a pubblicità gratuita, pubblicando sulla piattaforma immagini e informazioni sui servizi offerti.

Altra app che fornisce lo stesso servizio è Coco. Puoi prenotare il tuo posto in spiaggia come si trattasse di uno stadio. L’app è disponibile per iOS e Android. Si trova una mappa con indicati i lidi disponibili nelle vicinanze. Si possono filtrare i risultati per data di utilizzo, numero di lettini e ombrelloni richiesti. L’utente seleziona un lido, visualizza al distanza e il percorso. E può verificare, ancora una volta, le recensioni degli altri utenti. Si paga con PayPal o carta di credito. Raggiunto lo stabilimento convenzionato, sarà sufficiente mostrare la prenotazione dal proprio smartphone. L’idea degli inventori di Coco è creare un motore di ricerca per tutti gli stabilimenti balneari in Europa. E offrire una piattaforma in cui si può acquistare qualsiasi servizio correlato al mondo balneare.

Esiste, come terza opzione, PassBeach. Anche in questo caso si può prenotare il proprio ombrellone direttamente online nei migliori lidi e spiagge italiane. La rivoluzione, però, è un’altra. Si può anche affittare il proprio posto mare a un estraneo. Per esempio, chi ha l’abbonamento ma per qualche motivo un giorno decide di non andare in spiaggia, può lasciare il suo posto a un altro bagnante. Ci si incontra anche in questo caso online, su piattaforma apposita. Si chiama Playaya. Per ora, si può fare solo in Toscana e Liguria. L’ombrellone può essere lasciato a disposizione anche solo per poche ore. Naturalmente, il prezzo è vantaggioso per chi cerca posto. Ci guadagnano tutti, anche il gestore dello stabilimento che aderisce.

Playaya prevede il pagamento in denaro con il corrispettivo fino al 60% del prezzo della condivisione per l’abbonato che mette a disposizione l’ombrellone e fino al 20% per il gestore dello stabilimento. Il bagnante paga solo la metà del prezzo originale dell’ombrellone. Se costasse 20 euro per l’intera giornata, il bagnante last minute pagherebbe solo 10 euro, di cui 6 andrebbero all’abbonato e 2 al gestore, che può ulteriormente guadagnare con le vendite dei servizi, tipo il bar.

di Alessandro Pignatelli

Rispondi