Vacanze: lasciare fido in mani sicure

Estate, tempo di vacanze. Se non avete la possibilità di portare Fido in vacanza con voi, è bene capire quale sia la soluzione migliore per lui durante la vostra assenza.
Sottolineiamo innanzitutto che lasciare per dieci, quindici giorni un cane da solo nel giardino di casa non solo è pericoloso per la sua salute (e la sua vita) ma è anche punibile a norma di legge: per questi motivi è bene attrezzarsi a seconda delle proprie preferenze.
Tra le soluzioni potrebbe esserci la ricerca di un dog sitter che vi garantisca di fare visita al vostro cane almeno tre volte al giorno tutti i giorni. Non solo: oltre al cibo e al cambio dell’acqua e alla pulizia del quattro zampe, un dog sitter deve preoccuparsi delle regolari passeggiate e di far socializzare il cane con altri simili (recandosi al parco o in zone dove sa esserci una frequentazione di cani). Se l’opzione scelta, dunque, è quella di un dog sitter, assicuratevi che il luogo in cui il cane rimarrà abbia una zona riparata (se sta in giardino, ad esempio, ricordate che potrebbe piovere) e che garantisca ombra tutto il giorno. Lasciate al cane giochi e oggetti a cui è affezionato.
È fondamentale che il dog sitter scelto sia una persona a cui riusciamo ad affidare la nostra piena fiducia: per questo motivo è importante selezionare qualcuno sulla base di referenze sicure o affidandosi a circuiti che permettano la visualizzazione di un “curriculum” e di testimonianze: un servizio di questo tipo è offerto dal portale https://it.dogbuddy.com.
Alternativa alla ricerca di un dog sitter è il “Pet Sharing”: un servizio attivo già in diverse zone d’Italia, è una community dedicata sia a chi è in cerca di ospitalità per il proprio animale domestico sia per chi vuole darne ad altri animali. Non si tratta quindi di una struttura ma di abitazioni private che decidono di dare ospitalità. Tutte le informazioni per capire come aderire a questo circuito le si trovano sul sito http://www.petsharing.it.
Un’altra scelta – tra le più utilizzate poiché la più rassicurante – è quella di affidarsi a una struttura specializzata nell’ospitalità di animali: l’Oasi della Luna Rossa di Villarboit (VC), ad esempio, è una delle strutture predisposte a tale opportunità, poiché: garantisce un luogo compreso di zone interne ed esterne, suddivise in modo da garantire la giusta socializzazione tra i cani di diverse razze; assicura una supervisione continua degli animali, da parte di esperti del settore che, durante il giorno, lavorano anche su giochi educativi; comunica all’esigenza con il padrone, rassicurandolo sulla tranquillità del cane; Fido non è mai da solo ma sempre in compagnia sia di altri cani sia di persone ventiquattrore su ventiquattro. Per info: 328 242 9928.

di Sabrina Falanga

Rispondi