Eclissi di luna: come fotografare la prossima

Se non lo avete fatto adesso, dovete aspettare la prossima. In ogni caso, non fatevi trovare impreparati alla prossima eclissi di luna. E, soprattutto, fotografatela. Come? Vi diamo otto consigli perché l’immagine renda giustizia a questo bellissimo evento. Potete usare sia la macchina fotografica sia lo smartphone.

Usate un teleobiettivo se avete una macchina reflex o mirrorless con lenti intercambiabili. Il teleobiettivo deve avere una focale molto lunga, 200 mm almeno, meglio ancora 400. Così potrete catturare i dettagli della superficie lunare. Per lo smartphone, invece, alcuni sono più adatti di altri. Naturalmente, dal menu, dovete impostare la massima risoluzione di scatto. Si può anche ricorrere a lenti esterne aggiuntive.

La fotocamera va ancorata a un cavalletto, regolando con attenzione i tempi di esposizione e gli Iso della fotocamera. David Noton, fotografo paesaggista, dice: “Se l’esposizione è troppo lenta, al posto della luna vedremo un’orrenda striscia, anche se utilizziamo un obiettivo grandangolare. In una notte limpida, regolare la velocità dell’otturatore è essenziale”. Con lo smartphone, fotografare a mano libera non è una buona idea. Serve una clip da agganciare a un treppiede, per tenere fermo il dispositivo. Con l’iPhone si possono collegare le cuffie e utilizzare i tasti del volume sul telecomando per scattare le foto, così da rendere minime le vibrazioni. Si può usare la modalità con scatto a tempo per ovviare al problema.

Fate esperimenti con le impostazioni manuali. In particolare per regolare i tempi di esposizione, per apertura e Iso del sensore. Gli esperti consigliano poi di riprendere non solo la luna, ma anche il paesaggio circostante. Difficile farlo in città con le luci artificiali, si può cercare un luogo ideale con elementi in penombra, sufficienti a dare un’idea delle dimensione del satellite. Buona l’idea di utilizzare applicazioni fotografiche, alternative all’app inclusa nel telefono. Su iPhone le migliori sono Halide Camera, Manual Camera e VSCO Cam). Su Android potete provare Camera Zoom FX, Camera FV-5 o la stessa VSCO Cam.

Con lo smartphone potrete godervi lo spettacolo della luna che spunta dall’orizzonte e poi si sposta, grazie al timelapse. Potreste attivare la modalità aereo durante il timelapse per evitare che la vibrazione di un messaggio o di una chiamata in arrivo rovini tutto.

di Alessandro Pignatelli

Rispondi