Luna, quante te ne hanno cantate!

Tutto il mondo canta a te Luna. L’umanità ti ha sempre dedicato parole e musica per tutta quella gamma di emozioni che sai dare. Se partissimo dal primordiale inizio non basterebbero le pagine di un’enciclopedia. Possiamo ricordarne alcune, le più famose, significative o nuove. A quali sono piaciute di più? Se ti dico Beethoven, Debussy, Faurè e ancora ‘Casta Diva’, nella Norma di Vincenzo Bellini, cosa ti viene in mente? Autori e gei d’altri tempi che ti guardano cercando i tuoi occhi che irradiano ispirazione. Non parliamo poi di tutti i ‘Notturni’, e anche qui un’altra Treccani. Negli ultimi 50 anni le cose sono migliorate (o peggiorate?). Dopo che l’uomo è riuscito a raggiungerti da oggetto impersonale e mitologico simbolo e sintomo d’amore e nostalgia, sei diventata la confidente, l’amante e il tramite di cantautori e musicisti di ogni genere e grado oserei dire. Nel panorama internazionale i Pink Floyd hanno cercato il tuo lato nascosto con l’album ‘The Dark Side of the Moon’, la Glenn Miller Orchestra ti ha dedicato la ‘Moonlight Serenade’, Billie Holiday ti ha chiamata ‘Blue Moon’ e Frank Sinatra chiedeva di essere spedito da te con ‘Fly me to the moon’. Dalla Bosnia ti ha dedicato una canzona anche Goran Bregovic (‘Mesecina’), Mike Oldfield ha voluto parlare della tua ‘ombra’ con ‘Moonlight Shadow’, i Toploader hanno voluto danzare nella tua pienezza con ‘Dancing in the moonlight’ e i REM hanno voluto cantare del ‘Man On The Moon’. Poi ci sono stati ancora Cat Stevens (‘Moonshadow’), The Police (‘Walking On The Moon’), Elton John (‘Rocket Man’), Louis Armstrong (‘Moon River’). Abbiamo grattato solo la superficie musicale della canzone straniera lunare mia cara Luna. Anche lo Stivale ti ha cantato tanto, sai? I grandi cantautori, la canzone napoletana, gli emergenti. Le ruggenti voci femminili ti hanno sempre chiamato in causa: ‘Tintarella di Luna’ con l’intramontabile Mina, ‘E la luna bussò di Loredana Bertè, che ancora ti cita con il tormentone estivo dei Boomdabash ‘Non ti dico no’, e non ti voleva Fiordaliso con ‘Non voglio mica la luna’. Romantici e intramontabili gli uomini italiani che in te e attraverso di te hanno cantato l’amore: Fred Buscaglione (‘Guarda che luna’), Peppino Di Capri (‘Luna caprese’), Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana (‘Luna rossa’), Gianni Togni (‘Luna’), Pierangelo Bertoli & i Tazenda (‘Spunta la luna dal monte’), Lucio dalla (‘L’ultima Luna’),Vinicio Capossela (‘Signora Luna’) e Caparezza (‘Vengo dalla luna’). E ancora siamo all’inizio. Quanti ne ha ispirati, quanti capolavori, quanti potevi anche evitarti però! Ma a te, Luna, quale canzone piave di più? Quale, nella tua muta esistenza, ti ha dato più emozione e ti ha rappresentato? O la tua canzone deve ancora arrivare davvero? Beh, ‘lo scopriremo solo vivendo’…

di Deborah Villarboito

Rispondi