Salto in alto: Vallortigara vola nella storia

Alla Diamond League di Londra un diamante italiano ha brillato: Elena Vallortigara. La ventiseienne di Schio ha saltato 2.02. Dopo 7 anni di sofferenze e patimenti, che sembravano aver messo fine a tutto il bello che sembrava aver davanti a se un’atleta che prometteva tantissimo da giovanissima. È la quarta italiana di sempre a superare quota due metri, ma soprattutto meglio di Alessia Trost (2.00) e del mito Sara Simeoni (2.01) e a soli due centimetri da Antonietta Di Martino (2.03 all’aperto e 2.04 indoor). Il personale della Vallortigara era di 1.96. Ora si è migliorata di 6 centimetri, dopo che nel 2017 si era fermata a 1.91. L’altista veneta dei Carabinieri, ha lottato con la russa Mariya Lasitskene-Kuchina, campionessa mondiale della specialità, che si è dovuta arrampicare a 2.04 per avere la meglio sull’azzurra. Era dalla finale mondiale di Daegu (3 settembre 2011) con il bronzo della Di Martino a 2.00 che un’azzurra non riusciva a superare i due metri outdoor, mentre Alessia Trost (oggi quinta con 1.91, primato stagionale) ha saltato 2.00 in sala il 29 gennaio 2013. Nelle liste mondiali ed europee stagionali la Vallortigara sale al secondo posto, dietro la russa Lasitskene-Kuchina (2.04) e davanti alla belga Nafissatou Thiam (2.01). A livello all time europeo si inserisce al 20° posto ed è la 50sma atleta del continente a entrare nel club delle duemetriste all’aperto.

di Deborah Villarboito

Rispondi