I gironi di Champions delle italiane

Riparte la Champions League, ma non è andata benissimo per tutte le squadre italiane. L’urna di Montecarlo, lo scorso giovedì 30 agosto, ha formato gli otto gironi della fase finale della Champions 2018/2019 e le cose inaspettate non sono mancate. Il sorteggio non ha sorriso al Napoli, estratto in un girone infernale insieme a Psg, Liverpool e Stella Rossa, e nemmeno all’Inter, sorteggiata con Barcellona, Tottenham, e gli olandesi del Psv. A Juventus e Roma è andata certamente meglio, i bianconeri se la vedranno con il Manchester United di Mourinho e Pogba, il Valencia e la cenerentola elvetica Young Boys, mentre la Roma ritroverà i campioni in carica del Real Madrid, i russi del CSKA Mosca e il Victoria Plzen. La Juventus ha tutte le possibilità di superare la fase a gironi, certo lo United è un avversario tosto, insidioso, e guai a sottovalutare l’effervescenza iberica del Valencia, i bianconeri hanno pescato avversari di tutto rispetto ma pienamente alla portata di Allegri e i suoi ragazzi. Per la Roma vale il discorso analogo, il Real, probabilmente farà corsa a se, ma la Roma può ampiamente raggiungere il secondo posto battendo rivali non irresistibili come i russi e la cenerentola ceca del Viktoria. Mentre per Inter e Napoli il discorso è diametralmente diverso, il Napoli ha avuto sfortuna nel trovarsi nel proprio raggruppamento lo spauracchio Liverppol, presente in terza fascia, che ogni club avrebbe voluto evitare. I Reds sono stati ultimi finalisti della competizione, sconfitti solo da Benzema e compagni, insomma un cliente molto ostico per Ancelotti, che si ritroverà a battagliare con un colosso come il Psg di Buffon e la Stella Rossa di Belgrado, non più lo squadrone di alcune decadi fa, ma avversario scomodo e con tifosi caldissimi che rendono la trasferta davvero bollente. Per l’Inter, invece, un girone di ferro era prevedibile, i nerazzurri erano collocati in 4° fascia e un’estrazione sfavorevole era in computo. Gli uomini di Spalletti se la vedranno con il Barcellona di Messi, con una compagine ottima, ben organizzata e di grandi individualità come il Tottenham, e la mina vagante Psv Eindhoven che ha in rosa un giocatore come Lozano, che tutti abbiamo ammirato negli ultimi mondiali nelle file del Messico. Anche i bookmaker non credono nella possibilità di un passaggio del turno di partenopei e nerazzurri, la qualificazione degli uomini di Ancelotti è quotata a 2.10 rispetto all’1.18 e 1.30 di parigini e Liverpool, discorso similare per la banda Spalletti, quota 2.25 contro i favoritissimi blaugrana (1.10) e Spurs (1.40). Il calendario, che prenderà il via il 18 e il 19 settembre, mette già in scena incontri molto interessanti per le 4 squadre italiane: il 18 i nerazzurri ospiteranno a San Siro gli inglesi del Tottenham di Pochettino, il Napoli farà il suo esordio in trasferta, contro la Stella Rossa, mentre la Juventus esordirà al Mestalla di Valencia, in una trasferta insidiosa, mentre i giallorossi di Di Francesco sosterranno il primo esame Champions al Bernabeu contro i campioni in carica del Real Madrid. In bocca al lupo a tutte le italiane, augurando loro il meglio, senza partire battute, evitando i condizionamenti. A volte le sorprese stravolgono i pronostici, e la Champions League non ne è mai stata scevra.

di Franco Leonetti

Rispondi