‘Vietato dire non ce la faccio’: l’insegnamento di Nicole

Nicole Orlando è un bel personaggio. È una sportiva di successo, che ha partecipato a diversi programmi televisivi, è una scrittrice. Soprattutto è unica perchè affronta a vita con la voglia di viverla appieno. Fa progetti e li realizza. Può vantare quattro medaglie d’oro e una d’argento mondiali (e un record del mondo) vinte in una sola edizione. È forte. Corre veloce e ha una grinta che aggredisce le piste che calca, che siano di atletica, di ballo o di vita quotidiana. È autonoma e sogna un futuro con il suo Carmelo. Ogni giorno ci insegna che è ‘Vietato dire non ce la faccio’.

1) Hai praticato un sacco di sport e ora nell’atletica sei un’atleta polivalente, ma quale è la tua disciplina preferita?
La mia disciplina preferita è il salto in lungo!

2) Che cosa ti piace del tuo sport?
Mi piace cercare di andare oltre il limite. L’atletica mi piace perché mi aiuta a mantenere il mio fisico e a fare vedere chi sono veramente.

3) Quale è stata la tua gara più bella?
La mia gara più bella è stata i Mondiali in Sudafrica a Bloemfontein, quando ho vinto i 100 metri e li ho dedicati alla mia nonna Fiorella, che doveva accompagnarmi ma non ce l’ha fatta. Ora mi segue da lassù.

4) Che cosa è per te fare parte della Nazionale italiana?
Sono orgogliosa di essere italiana e di fare parte della squadra Nazionale della Fisdir. Noi siamo i più forti!

5) Sei diventato un personaggio pubblico, come ti fa sentire essere un esempio per la comunità?
Il mio personaggio mi fa sentire felice ed emozionata. Mi piace!

6) Le grandi istituzioni, la televisione, la notorietà: ti saresti mai aspettata tutto questo?
Mi piace moltissimo stare in televisione: ‘Ballando con le stelle’, il Festival di Sanremo e tutti gli altri programmi. Ho conosciuto molti personaggi importanti come il Presidente Mattarella, Papa Francesco, Matteo Renzi…sono stata felice.

7) “Vietato dire non ce la faccio”: che cosa è?
È il mio motto e anche il titolo del mio libro.

8) Cosa ti piace del tuo essere ‘scrittrice’?
Mi piace viaggiare, presentare il mio libro in tutti i luoghi.

9) Quali sono i tuoi progetti per il futuro sia nello sport, sia nella vita personale?
I progetti per il mio futuro sono costruire una casa, una bella casa con il mio ragazzo. Questa è la mia vita.

10) La disabilità: una difficoltà o uno slancio positivo?
Mi piaccio così, con la mia tenacia e tanta grinta, coraggio e determinazione dentro di me.

11) Che cosa consigli a tutti quei ragazzi che si trovano magari in difficoltà a causa della disabilità?
Il consiglio che vorrei dare a questi ragazzi è che devono andare avanti con tanta grinta per la loro strada, con tanta tenacia e nessuna paura. Daje e spaccate!

di Deborah Villarboito

Rispondi