Lollipopdolls: la fabbrica dei sogni…per adulti

Fabrizio e Stefano hanno un business, non stanno lì a ‘pettinare le bambole’. In realtà le costruiscono. Sono i gestori del sito Lollipopdolls, uno dei pochi siti italiani a rivendere le real dolls, le ormai di moda bambole ‘for adult’ incredibilmente realistiche. Da un anno circa soddisfano ogni tipo di richiesta di clienti che sognano la compagna di giochi perfetta.

1) Che cos’è Lollipopdolls?
Lollipopdolls è un sito internet dove è possibile acquistare real dolls personalizzabili in ogni particolare. Nasce dalla nostra idea di non essere un semplice negozio online in cui acquistare una bambola ma di fornire un servizio di personalizzazione completo, seguendo il cliente in tutte le fasi, dalla personalizzazione della bambola fino alla consegna. Questo per fare in modo che ogni cliente abbia la propria bambola. Sul sito sono visibili dei modelli creati da noi, per dare un’idea al cliente delle potenzialità della personalizzazione, ma ogni cliente ha la possibilità di personalizzare volto, occhi, capelli, colore delle unghie, misure e altezza per fare in modo di creare una doll unica per ogni cliente. Proprio per questo motivo la personalizzazione, con noi, è totalmente gratuita! Perchè ogni cliente non abbia una bambola, ma la sua bambola.

2) Come funziona e da quanto siete attivi?
Il cliente ci contatta, i più essendo spesso timidi via mail, oppure via WhatsApp o telefono. Inizialmente spieghiamo esattamente tutto ciò che può essere personalizzato e chiariamo i suoi dubbi e qualunque perplessità. Poi si passa insieme alla fase di personalizzazione, la parte più bella del nostro lavoro è mettere il cliente a proprio agio discutendo con lui di qualsiasi cosa. Dopo di chè la bambola viene mandata in produzione e in circa due settimane viene consegnata direttamente a casa del cliente o in un punto di ritiro a sua scelta. Siamo attivi da un anno e mezzo circa, ma i primi sei mesi li abbiamo passati a documentarci sul prodotto e a ricercare partner affidabili con cui collaborare poichè questo tipo di prodotto si trovava solo a costi improponibili (oltre i 10.000 euro) o a prezzi più contenuti ma di pessima qualità. Alla fine siamo riusciti a ottenere un prezzo accessibile con gli standard qualitativi che noi ricercavamo e siamo partiti.

3) Che tipo di clientela avete?
Attualmente l’unico tipo di clientela che non ci si è presentato è stato quello femminile, non abbiamo ancora trovato dei bamboli che soddisfino i nostri standard qualitativi. Sono capitate coppie, e ovviamente uomini single. Gli uomini spaziano dal ragazzo sui 25-30 anni, a uomini molto più maturi, per ora il cliente più anziano aveva intorno ai 70 anni.

4) Quali sono state le richieste più strane che avete avuto?
Siamo molto riservati sulle richieste dei nostri clienti, è una cosa alla quale teniamo moltissimo. Anche se possiamo rivelare che una volta, per scopi pubblicitari, ci è stata richiesta una bambola con due teste!
5) Perchè secondo voi le persone cercano una real doll?
I motivi sono molto vari e dipendono molto da persona a persona. C’è il ragazzo giovane che vuole sperimentare. Abbiamo avuto uomini sposati che tengono le nostre bambole in ufficio e le utilizzano per sfogare cose che non osano fare con la moglie. Abbiamo anche avuto persone che hanno difficoltà ad interagire con donne vere, e quindi tengono le nostre dolls a casa per abituarsi alla presenza femminile. Oppure semplicemente persone che amano la bellezza femminile, e tengono le nostre dolls per vestirle come preferiscono e collezionarle.

6) Secondo voi le real dolls arriveranno a sostituire il sesso tra persone reali o sono solo un gioco?
Secondo noi la verità come quasi sempre sta nel mezzo. Le nostre real dolls ad esempio ricreano alla perfezione le sensazioni “meccaniche” del vero rapporto sessuale, ma ovviamente una bambola non ha reazioni. Attualmente in Cina Giappone e America, esistono già e sono in fase di perfezionamento. Si tratta di bambole robotizzate che riproducono le reazioni emotive di donne vere. Sono ancora prototipi in fase di sviluppo. Non sappiamo se sostituiranno un rapporto tra esseri umani, ma sicuramente nei prossimi anni ne vedremo delle belle!

di Deborah Villarboito

Rispondi