Serie B, il caos continua e tristemente impera

Serie B, il caos continua e tristemente impera

27 Settembre 2018 0 Di il cosmo

Confusione, caos, scompiglio senza fine per il tormentato campionato di Serie B. Siamo pressochè a fine settembre, con giornate disputate già in archivio, ma il disordine generato da sentenze, accoglimenti al Tar e incompetenze federali sta generando situazioni paradossali da quarto mondo pallonaro. Per la Serie B si prospetta un’altra settimana decisiva da dentro o fuori, il 26 è giunta la sentenza del TAR del Lazio su chi dovrà decidere tra Coni e Tribunale Federale per dirimere una situazione ridicola, insostenibile. Insomma, prosegue imperterrito il trambusto epocale che sta interessando la Serie B, sul cui futuro non è dato ancora conoscere certezze, nonostante l’11 settembre scorso il Collegio di Garanzia del Coni avesse dichiarato inammissibili i ricorsi di Ternana e Pro Vercelli, mantenendo così il torneo nel format delle 19 squadre. Ogni giorno un colpo di scena, un ennesimo colpo di straccio, ogni volta una stilettata che riduce la credibilità del campionato della cadetteria, sotto la soglia dell’accettabilità. La vicenda, ormai dall’estate, ha assunto dei contorni patetici, ancor di più quando il Tar del Lazio ha deciso di sospendere il campionato, salvo poi ritornare clamorosamente sui suoi passi rimettendo tutto nuovamente in discussione. E proprio il Tribunale Amministrativo Regionale sarà chiamato a optare per una scelta importante, in grado di schiarire le idee, si spera definitivamente: chi, tra Collegio di Garanzia del Coni e Tribunale Federale Nazionale, dovrà decidere in merito al tanto chiacchierato format della Serie B. A prescindere da chi sarà a prevalere tra le due parti, in entrambi i casi la sentenza arriverebbe venerdì 28, con il campo che ha già emesso sentenze sul campo da gioco. Tutto questo caos si è arricchito di un altro “gustoso” evento: il ricorso dei liguri della Virtus Entella, è stato recentemente accolto dal Coni che ha reso la penalizzazione di 15 punti al Cesena valida per lo scorso campionato e non per quello attuale; la società romagnola è ripartita dalla Serie D dopo il fallimento. A conti fatti, dopo parecchi mesi dalla fine dello scorso campionato, ed è qui la ridicolaggine pura di certe decisioni, l’Entella, quindi, sarebbe stata salva a fine campionato, avendo così diritto ad una riammissione, nonostante abbia già giocato una gara di Serie C, vinta contro il Gozzano. Tra qualche giorno potrebbe giungere la definitiva, ultima, parola sul torneo di B, mentre il pastrocchio senza fine continua, in un teatrino che definire penoso, pare un eufemismo per difetto. Vedremo presto se i tifosi dovranno attendersi ulteriori ribaltoni improvvisi o se giungerà la parola fine ad una vicenda dai contorni ridicoli, al limite del cabaret.

 

di Franco Leonetti