Thegiornalisti: il fascino della malinconia

Il 21 di settembre è uscito Love, il nuovo album dei Thegiornalisti. Il tour è già praticamente Sold Out e in pochi anni, la band capitanata da Tommaso Paradiso è diventata senza ombra di dubbio la new sensation del pop italiano.
Che ci piaccia o no, il frontman di Prati è un grande songwriter e gli arrangiamenti così squisitamente rétro completano il quadro.
Già perché i Thegiornalisti piacciono tanto e suonano familiari ed immediati ad orecchie diverse, abituate altri tipi di sound.
L’anno scorso il loro singolo Riccione è stato il tormentone dell’estate insieme a Pamplona, nato dalla collaborazione con Fabri Fibra e schizzato subito in vetta alle classifiche.
E quest’anno, in un’estate popolata dal reggaeton e dalle hit tamarre, colorate ed eccessive, un pezzo come Felicità Puttana, ti fa tornare indietro nel tempo, all’allegria degli stabilimenti balneari dei nostri ricordi, alle estati in riviera, ai fugaci amori estivi, alla malinconia del tempo che passa e ci lascia soli, con un bicchiere di bianco davanti a un tramonto stupendo. I Thegiornalisti non raccontano l’estate chiassosa degli after a Ibiza e Miami, leit motiv della maggior parte dei tormentoni, ma quella più intima, fatta di attimi da ricordare, di persone che lasciano il segno, di struggimento e malinconia.
La malinconia, quella bella, che ti fa sentire vivo e bisognoso di emozioni forti che trapela dalle loro canzoni, è il segreto del loro successo. Perché in quei pezzi, ci possiamo riconoscere tutti. Sotto la patina da hit acchiappa-consensi, c’è molto di più. C’è un mondo e un immaginario che fa parte del nostro bagaglio culturale ed emozionale. Tommaso Paradiso siamo noi? Forse. O forse ci si ritroveranno solo i più romantici che riescono a scorgere mondi nei dettagli più comuni.

di Olivia Balzar

Rispondi