San Patrignano: minori, +70% di richieste di ingresso negli ultimi 5 anni

Abbiamo parlato con il vice presidente della comunità di San Patrignano dell’aumento di richieste di minori che vogliono entrare. Ma esattamente, qual’è stata l’escalation di domande da parte soprattutto di genitori di minori che sono entrati nel tunnel delle droghe? Nell’ultimo anno, 34 hanno fatto il loro ingresso in comunità, l’incremento di richieste è stato del 70% negli ultimi cinque anni. L’ultima entrata ha ‘solo’ 14 anni.

Nell’ultima relazione al Parlamento sul fenomeno della tossicodipendenza, si parla di un mercato clandestino da 14,4 miliardi, pari a quasi un punto del Prodotto interno lordo. Con il consumo, salgono anche i sequestri (+60% nel 2017 rispetto al 2016). Purtroppo, però, sono di nuovo in aumento anche i decessi, nel 2015 in ribasso. Quelli direttamente attribuili a sostanze stupefacenti sono stati 294 nel 2017, pari a +10 per cento rispetto a dodici mesi prima.

Oggi, sono 4 milioni gli italiani che fanno uso di droga tra i 15 e i 64 anni. Uno studente su quattro (25,9%), pari a 640 mila tra ragazzi e ragazze, ha usato almeno una sostanza illegale nell’ultimo anno. Confermando che tra le mura scolastiche spaccio e consumo continuano a essere una delle piaghe principali. Le droghe sintetiche ‘piacciono’ in particolare ai più giovani: il 22,5% nel 2016 ha fatto uso di almeno una di queste droghe, il 43% nel corso della vita. La droga più utilizzata da 9 ragazzi su 10 che sono entrati a San Patrignano è la cocaina (463 persone nel 2016 rispetto alle 395 del 2015), poi ecco la cannabis, assunta dall87% (444 persone contro 385). Il 57% dei neo entrati ha usato eroina (293), poi ecco ecstasy (270), ketamina (144), amfetamina (81) e allucinogeni (152).

Gli ingressi in comunità sono saliti a 509 nel 2017, +88% rispetto ai 468 del 2015. Di questi, 85 sono ragazze (16,7%) e 424 ragazzi (83,3%). L’età media di ingresso è di 28 anni: 33 sono under 18, 144 tra 18 e 25, 197 tra 36 e 44, 40 oltre i 45 anni. Tra i minorenni, si annulla il differenziale maschi – femmine (18 ragazzi e 15 ragazze). Il primo contatto con sostanze stupefacenti, per un ragazzo su due, è avvenuto entro i 14 anni. droga free 2

Rispondi