Arriva la manina di Di Maio e il web si scatena

di Fabiana Bianchi –

Italiani, popolo di santi, navigatori e fini umoristi. La settimana scorsa il vicepremier Luigi Di Maio ha osservato l’intervento di una “manina” nel testo sulla pace fiscale. «È accaduto un fatto gravissimo! – ha scritto su Facebook – Il testo sulla pace fiscale che è arrivato al Quirinale è stato manipolato».

Il ministro del Lavoro ha spiegato le modifiche apportate. «Non so se una manina politica o una manina tecnica – ha concluso – in ogni caso domattina si deposita subito una denuncia alla Procura della Repubblica perché non è possibile che vada al Quirinale un testo manipolato!». In risposta, è arrivata la “valanga umoristica” del web, che sulla famigerata manina ha dato il meglio di sé.

L’”imputata” più gettonata è la famosa Mano della famiglia Addams. In un memorabile meme, Morticia la costringe a scusarsi con il vicepremier. Seguono i consigli utili per la famosa prossima volta: «Te l’avevo detto de salvà in pdf…» è la frase attribuita al ministro dei Trasporti Danilo Toninelli in un altro meme. Chi poi non ricorda il commissario Winchester dei Simpson “battere tutto sulla sua macchina per scrivere invisibile”? Dal canto suo, Matteo Salvini si tira indietro: «Io non sono stato» affermerebbe, mostrando il suo polso fratturato. In realtà, l’account è falso… La pagina “Le migliori frasi di Osho” mostra un vicepremier lamentarsi dei leghisti, che gli avrebbero “scarabocchiato tutto il decreto”.

Di Maio prende addirittura le sembianze del “principe di Bel Air”, icona degli anni Novanta, in una rivisitazione della famosissima sigla che, per l’occasione, ambienta un inedito telefilm a Ball Air. Un altro mito degli anni Novanta rivisitato riguarda Maculay Culkin: in questo caso, il titolo del film è “Mamma ho perso il decreto”. Viene scomodato addirittura Jim Morrison con la sua “This is the hand”. E sono solo alcune delle “perle” partorite dagli utenti internet sui social network. “Manina”, del resto, è stato a lungo uno degli hashtag più gettonati di Twitter ed è sufficiente una rapida ricerca per trovare le migliori e svoltare una giornata grigia. L’ironia sfocia addirittura nel marketing con maestri del settore come Taffo, la celebre impresa di pompe funebri, che cavalca l’onda mostrando un’inquietante mano uscire da una bara. E anche per oggi la satira è servita.

   

Rispondi