Top e Flop… Luci e ombre del Campionato

8 Novembre 2018 0 Di il Cosmo

di Franco Leonetti

La rubrica per focalizzare e imprimere nella memoria i momenti più belli e quelli più ombrosi che il campionato di calcio regala ai tifosi ad ogni turno, Una sorta di promemoria in pillole, per rivivere, in un flash, la giornata appena trascorsa.

Top

• Tripletta di Mertens (Napoli) di pregevole fattura contro l’Empoli, l’hat trick consente al giocatore di portarsi il pallone a casa

• Dybala (Juventus) dribbla da solo la difesa del Cagliari, sblocca il match dopo soli 42 secondi: si tratta della rete più veloce messa a segno dai bianconeri dal 2012

• Gagliardini e Joao Mario (Inter) disputano una buona gara e segnano entrambi, il primo una doppietta, il secondo il gol del 4-0 contro il Genoa. Mica male per due calciatori, fino ad oggi, ai margini del progetto Spalletti

• Belotti (Torino) finalmente torna a segnare, lo fa con un notevole stacco di testa che s’insacca all’angolino, realizzazione da centravanti vero. Buoni segnali in vista della Nazionale

• Romagnoli (Milan) la risolve al ’97 e consente ai rossoneri di inanellare il terzo successo di fila. Il capitano del “Diavolo”, difensore centrale, segna il secondo centro in 4 giorni. Risolutore.

• Zapata (Atalanta) finalmente si sblocca e mette in rete, a Bologna, il suo primo successo personale da quando veste la maglia orobica. Fondamentale per Gasperini il suo recupero.

Flop

• Il Var è il futuro del calcio, ma gli episodi incredibili di Firenze, rigore inesistente per la Viola ai danni della Roma, e il clamoroso fallo di braccio di Bradaric a Torino in Juve –Cagliari, non comminato, lasciano sconcertati. Inammissibili certi errori di valutazione che minano la credibilità del calcio!

• All’Olimpico va in scena la sfida tra i fratelli Milinkovic Savic, Vanja para per la Spal, Sergej gioca per la Lazio. Roma non porta bene al portiere serbo, prende 4 saette imparabili mentre con la Roma era stato espulso ingiustamente. Lo stadio romano non gli porta bene.

• L’autogol di petto di Giaccherini (Chievo), oltre ad essere tragicomico nella dinamica, rappresenta l’immagine dei clivensi di questa stagione, lenti lenti stanno rotolando vero la serie B.

• Andreazzoli, tecnico dell’Empoli, fa giocare benissimo la sua squadra, ma arrivano pochi punti e la classifica è tutt’altro che florida. Potrebbe rischiare il posto.