GammaForum: il futuro di donne e giovani imprenditori

di Sabrina Falanga –

È il più importante evento nazionale sulle tematiche di imprenditoria femminile e giovanile. Lo scopo? Promuovere la crescita del ruolo delle donne e dei giovani all’interno nel mondo dell’impresa, valorizzando i talenti e raccontando le storie di successo e di iniziative imprenditoriali innovative.

Si è tenuto anche quest’anno il GammaForum, nella redazione de Il Sole 24 Ore di Milano il 15 novembre scorso, e ha compiuto dieci anni. L’evento è stato promossa, come sempre, dall’Associazione GammaDonna e progettato dall’agenzia Valentina Communication.
Sul palco, grazie agli speech di esperti, imprenditori e imprenditrici, è stato mostrato lo specchio di quello che è un vero e proprio osservatorio sui nuovi trend economici e sulle competenze del futuro. Non solo: perché l’appuntamento all’Auditorium lombardo ha dato modo di far nascere nuovi incontri, tra neo imprenditrici ed esperte del settore, tra storie di successo e giornalisti desiderosi di raccontarle, tra giovani in cerca di ispirazione e personalità in grado di ispirarli. La nascita, insomma, di un vero e proprio network che oggi anno dà vita a sinergie ed energie in cui confluiscono la positività di investitori, imprenditori, esperti e professionisti. Tra i valori aggiunti, la possibilità di conoscere a tu per tu chi amministra aziende protagoniste nell’open innovation o leader nazionali e mondiali nei loro settori.

Un format, quello di GammaForum, unico e coinvolgente, capace di guardare al mondo dell’impresa con uno sguardo nuovo, fresco e positivo: la voglia, infatti, è quella di raccontare che esistono altre prospettive da cui osservare le realtà.
La prima è quella della capacità di mostrare un’Italia e un mondo diversi da quelli che temiamo siano: a dispetto, infatti, della crisi economica con cui veniamo bombardati, attraverso notizie e dati negativi, c’è un parterre di persone e imprese in grado di smontare quelle convinzioni a favore di un’immagine positiva, costruttiva e ispirante; non solo, perché l’altra prospettiva è quella capace di superare tutti i pregiudizi e dimostrare quanto donne e giovani – spesso surclassati da maschilismo e nepotismo – siano potenzialmente preparati a ridare marcia all’impresa.

Anche quest’anno, come ogni volta, l’evento ha visto la consegna del premio GammaDonna: quello del 2018 è andato a Silvia Wang per il suo progetto Pronto Pro, che si è aggiudicata un Master della 24Ore Business School, un percorso d’incubazione in Polihub – Politecnico Milano, 6 mesi di mentoring con una manager ValoreD, incontro esclusivi con gli investitori del network BacktoWork24, un pacchetto di comunicazione situato ad hoc dall’agenzia Valentina Communication.

Rispondi