Vittoria, 7 anni, che comunica con l’arte

Vittoria, 7 anni, che comunica con l’arte

22 Novembre 2018 0 Di il Cosmo

di Sabrina Falanga –

Si chiamano Querzel, Barbiglio e Zigo Zago. Ma ci sono anche Gallo di Toscana, Ciuffo Rosso e Uccellino Arcobaleno. Sono le creature fantastiche a cui ha dato vita Vittoria, attraverso la sua arte. E Vittoria non è che una bambina, alla quale, tra l’altro, è stato diagnosticato lo spettro dell’autismo: ma se è vero che questa patologia prevede difficoltà di comunicazione, Vittoria ci racconta che, in realtà, le difficoltà sono solo nell’individuare quali siano le modalità di comunicazione di certi individui. Che sono semplicemente diverse. Non difficili.

Vittoria ha sette anni e le creature da lei inventate, sotto forma di illustrazioni, sono diventate dei veri e propri personaggi cult oggi proposti su t-shirt che, vendute, aiutano economicamente la bimba a sottoporsi alle cure di cui necessita. La piccola abita a Omegna, insieme alla sua mamma Alessandra Piscia e al suo fratellino; non è da tanto che disegna, perché ha iniziato verso i 6 anni. Ma, come per ogni vera predisposizione, non sono necessari tempi lunghi quanto la passione è spontanea. Ed è solo così che si può parlare di arte, come in questo caso.

È così, quindi, che sono nati gli amici colorati di Vittoria: Zampe Lunghe, Gallo di Pollaio. Nei suoi disegni, la bimba ripropone la sua passione per la natura e, in particolar modo, per i volatili; prima ne ha riempito la casa, poi l’auto della mamma. In fine è giunta sui borsoni degli amici e sulle t-shirt oggi in vendita, grazie al progetto nato proprio dalla madre insieme alla cugina Monica e a Marco Vergani, papà di Vittoria.

Il progetto è diventato virale anche sui Social: su Facebook si possono vedere le t-shirt, le felpe e gli altri accessori al profilo CreVi Omegna, dove vengono postate anche le fotografie di chi, orgogliosamente, già li possiede. Tra questi, diversi sportivi che hanno abbracciato la causa e che hanno portato con loro sul podio le magliette di Vittoria, così come diverse le aziende che hanno deciso di collaborare (quelle sportive, ad esempio, oppure si può veder circolare i suoi disegni sulle cisterne grazie alla Petroli Firenze).