Ada Hegerberg nella storia: il primo Pallone d’Oro del calcio femminile

Ada Hegerberg nella storia: il primo Pallone d’Oro del calcio femminile

6 Dicembre 2018 0 Di il Cosmo

di Deborah Villarboito –

Il Pallone d’Oro viene assegnato ai calciatori uomini dalla rivista francese France Football dal 1956 e stabilito in base al voto dei giornalisti di tutto il mondo a partire da una rosa di finalisti scelti dalla redazione. Quest’anno per gli uomini ha vinto Luka Modric, il centrocampista croato del Real Madrid: per la prima volta negli ultimi dieci anni il premio non è stato assegnato né a Lionel Messi né a Cristiano Ronaldo, che lo hanno vinto cinque volte a testa dal 2008. Ada Hegerberg è una campionessa del calcio femminile che si è portata a casa un primato da ricordare: si è aggiudicata infatti il Pallone d’oro durante l’evento al Grand Palais di Parigi il 3 dicembre, lunedì scorso.

Per chi vive di calcio e gioca da professionista, il Pallone d’Oro è il premio più ambito, segno del reale riconoscimento dei meriti sportivi di un atleta. Ragion per cui diventa ancora più importante e significativo: il calcio femminile sta acquisendo visibilità e attenzione, rispetto alla contro parte maschile. Quest’anno a portarselo a casa è stata una giocatrice norvegese di 23 anni, già una stella del calcio. È la miglior marcatrice della Champions League. Ada si è distinta per la sua capacità sul campo e ha sollecitato le ragazzine di tutto il mondo a credere in loro stesse, superare i pregiudizi di genere e buttarsi a capofitto in qualsiasi attività vogliano, perché non ci sono limiti. Si è portata a casa il premio di miglior calciatrice del mondo con 143 voti, arrivati da una giuria di giornalisti. Nella sua carriera Ada, che attualmente gioca nella francese Olympique Lione da centrocampista, ha segnato la bellezza di 186 gol in 193 partite.

La sua carriera nel mondo del calcio femminile è iniziata a 12 anni, quando ha lasciato la sua casa per iniziare la sua scalata da professionista. Nel 2010 ha cominciato a giocare nella squadra di Kolbotn, dove è notata dalle grandi squadre di calcio femminile a soli 16 anni: a 23 anni Ada è ufficialmente la migliore giocatrice del momento, che non ha nulla da invidiare ai colleghi maschili, da sempre celebrati con il trofeo. L’unica nota negativa però, che a fare notizia siano solo scandali. Durante la premiazione il dj Martin Solveig ha chiesto alla giocatrice di ‘twerkare’ (il twerking è un tipo di ballo in cui si scuotono i fianchi). La ventitreenne Ada Hegerberg ha risposto con un secco “No”. La domanda del dj, che ha poi chiesto scusa alla calciatrice, ha scatenato numerose polemiche sui social network. Solveig ha invitato Hegerberg a festeggiare: ha ballato con lei una canzone di Frank Sinatra e poi le ha chiesto se sapesse fare twerking. La scena è stata subito molto criticata sui social network perché a molti è sembrato denigratorio e sessista chiedere a una donna appena premiata come miglior calciatrice al mondo di fare un ballo sensuale. Anche se l’atleta alla fine non ci ha dato molto peso. Lucy Bronze, compagna di squadra nel Lione della Hegerberg, ha ribadito che era solo un gioco: «Il DJ aveva chiesto a tutti quelli che avevano vinto quale fosse il loro ballo preferito e lei sa fare twerking, ha mentito. Era più uno scherzo che un invito a farla ballare».