L’Italia segnata dalla strage di giovanissimi in discoteca

di Fabiana Bianchi –

• La settimana di cronaca di Cosmo si apre giovedì 6 dicembre a Lecce, dove un magistrato è stato arrestato con l’accusa di corruzione per alcuni “scambi di favori”. Secondo gli inquirenti, che hanno indagato per quattro mesi, ci sarebbe stato un «ampio spettro di delitti commessi con abusi e vendita delle proprie funzioni da parte del magistrato» che, «con modalità continue e stabili», sarebbe stato al centro di «episodi di corruzione in atti giudiziari, induzione a dare o promettere utilità a pubblico ufficiale e abuso di ufficio».

• Nella serata di venerdì 7 si è consumata una strage a Corinaldo, nei pressi di Ancona. Nell’attesa dell’arrivo in una discoteca del rapper Sfera Ebbasta, all’interno del locale si è sviluppato il panico a causa probabilmente dell’uso di uno spray urticante. Nella fuga verso l’esterno, un ponticello ha ceduto e molte persone sono rimaste schiacciate sotto le altre. Sei persone hanno perso la vita: due ragazze di 14 anni, una ragazza e un ragazzo di 15, un ragazzo di 16 anni e una donna di 39 anni, che aveva accompagnato all’evento sua figlia. Circa 60 le persone ferite, di cui alcune in modo grave.

Sabato 8 occhi puntati all’estero per il quarto sabato di proteste a Parigi, organizzate dai “Gilet gialli”. Secondo i dati del Ministro dell’Interno francese, sono state 125mila le persone che hanno preso parte ai cortei: 11mila in meno rispetto ai partecipanti del primo dicembre. Ci sono stati diversi scontri con la Polizia, in cui sono state ferite almeno 179 persone. Sono 1.385 i fermati, con 975 arresti. Ingenti i danni.

Domenica 9 una tragedia familiare ha colpito la città di Paternò, in provincia di Catania. Un uomo di 34 anni ha ucciso la moglie, di 35 anni, e i due figli di sei e quattro anni. Infine si è tolto la vita. L’arma utilizzata è stata una pistola calibro 22, detenuta regolarmente. Gli inquirenti stanno cercando di fare luce sul contesto familiare: alla base del dramma potrebbero esserci difficoltà economiche o all’interno della coppia.

Lunedì 10 Roma si è risvegliata apprendendo di un furto particolarmente odioso: sono state rubate le “pietre d’inciampo” dedicate alla memoria degli ebrei deportati nei campi di concentramento. Le pietre erano incastonate nel selciato in via Madonna dei Monti. Erano dedicate a venti membri della famiglia Di Consiglio. La procura di Roma ha aperto un fascicolo per furto aggravato dall’odio razziale.

Martedì 11 un attacco terroristico ha segnato Strasburgo. Durante i mercatini di Natale, un uomo ha sparato, uccidendo tre persone e ferendone 18, di cui otto sono state soccorse in gravi condizioni. Fra di loro, anche un giornalista italiano. L’attentatore è stato identificato in un 29enne nato in Francia ma di origine straniera, già noto alle forze dell’ordine per la radicalizzazione. All’indomani l’uomo, probabilmente ferito, era ancora in fuga.

Rispondi