Top e Flop… Luci e ombre del Campionato

di Franco Leonetti –

La rubrica per focalizzare e imprimere nella memoria i momenti più belli e quelli più ombrosi che il campionato di calcio regala ai tifosi ad ogni turno, Una sorta di promemoria in pillole, per rivivere, in un flash, la giornata appena trascorsa.

Top

• Mandzukic consolida il primato della Juventus estende anche l’Inter, 7° gol in campionato del croato in 12 presenze, ottimo bottino il suo

• Sau, Saponara e Mirallas siglano reti importanti nella cosiddetta Zona Cesarini ben oltre il 90° minuto, coronando pareggi miracolosi o quasi, per Cagliari, Sampdoria e Fiorentina ai danni delle due romane e del Sassuolo. Veri Gol-sentenza!

• Il Genoa cambia il terzo allenatore in stagione, Prandelli esordisce con un buon pareggio casalingo ottenuto in inferiorità numerica contro la Spal

• Zapata (Atalanta) devasta il suo ex stadio di Udine, con una tripletta dall’alto contenuto tecnico con coordinate da centravanti vero. Il ragazzo può sbocciare definitivamente.

• Donnarumma sulla ribalta, almeno un paio di interventi prodigiosi per salvare la sua porta contro un Torino, almeno nel primo tempo di S.Siro, decisamente migliore del Milan….

• La punizione di Bruno Alves (Parma) è letteralmente perfetta: un arcobaleno ad illuminare il Tardini

Flop

• La Roma è una squadra indecifrabile con ingenuità gravissime e tonfi inspiegabili, a Cagliari, in vantaggio di due reti e di ben due uomini sugli avversari, si fa raggiungere e inchiodare sul 2-2. Il buco clamoroso della difesa sul pareggio di Sau è da oratorio. Giallorossi sconvolgenti…in negativo!

• Gagliardini (Inter) ha sul piede sinistro un’occasione ghiottissima per segnare alla Juventus, ciabatta la palla che va sul palo, e i nerazzurri escono sconfitti dallo Stadium. Chissà quanti rimpianti…

• L’Udinese battaglia per un tempo contro l’Atalanta poi sparisce dal campo: Davide Nicola avrà molto da lavorare con i suoi ragazzi

• Il Bologna non vince da settembre, perde malamente adEmpoli in una sfida salvezza, precipitando sempre più in fondo alla classifica.Pippo Inzaghi rischia il posto, la sua è una fiducia a tempo concessagli dalla società rossoblù.

Rispondi