Una settimana di sangue sulle strade

di Fabiana Bianchi –

• La settimana di cronaca di Cosmo si apre giovedì 13 con un gravissimo incidente a Guastalla, in provincia di Reggio Emilia. Una donna di 62 anni è stata investita da un’auto pirata. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, la donna avrebbe attraversato la strada spingendo a mano una bicicletta. Un’auto l’ha urtata, facendola cadere. Una seconda auto l’ha travolta, trascinandola, dopodiché il conducente si è dato alla fuga senza prestarle soccorso. La donna, purtroppo, non ce l’ha fatta. La Polizia è ora sulle tracce dell’auto pirata.

Venerdì è arrivata la triste notizia della morte di Antonio Megalizzi: il giornalista di 29 anni era rimasto gravemente ferito nell’attentato di Strasburgo avvenuto martedì sera. Megalizzi era stato colpito alla testa e le sue condizioni erano apparse immediatamente molto gravi. Domenica è mancato anche il suo amico Barto Pedro Orent-Niedzielski, di 35 anni: era stato colpito come lui durante l’attentato.

Sabato mattina si è consumato un ennesimo omicidio in ambito familiare. A Palermo una donna di 45 anni, insieme ai due figli maggiori di 21 e 20 anni, ha ucciso il marito a coltellate mentre dormiva. Inizialmente la donna si era assunta da sola la responsabilità dell’omicidio, ma in seguito tutti e tre hanno confessato. La coppia ha quattro figli. Secondo le testimonianze, in casa ci sarebbero stati litigi e maltrattamenti. Al proposito sta indagando la Polizia.

Domenica mattina, alle prime luci dell’alba, c’è stato un gravissimo incidente in Svizzera. Un pullman, partito da Genova, era diretto a Düsseldorf, in Germania. Nei pressi di Zurigo si è schiantato contro un muro. Una donna italiana di 37 anni ha perso la vita e sono decine i feriti. I due autisti sono in gravi condizioni. Secondo la prima ricostruzione, il mezzo potrebbe avere imboccato una strada sbagliata, che conduce a un vecchio ponte mai completato.

Lunedì mattina è arrivata la notizia di un altro drammatico incidente, costato la vita a sei persone. È avvenuto nella notte lungo la Statale 38 dello Stelvio, in Valtellina. Su una Fiat Panda viaggiavano cinque persone: una ragazza di 26 anni, una donna di 33, un giovane di 20 anni, un uomo di 36 e un 42enne. Tutti hanno perso la vita. È rimasto ucciso anche il conducente dell’altra auto, una Fiat 500 X: aveva 52 anni. Secondo la ricostruzione, una delle due auto ha imboccato uno svincolo contromano: da lì lo scontro frontale.

Martedì mattina è stato commesso un tragico gesto di disperazione a Vado Ligure, in provincia di Savona. Una ragazza di 18 anni ha tentato il suicidio dandosi fuoco in un parcheggio. Suo padre si era ucciso cinque anni prima nello stesso posto e allo stesso modo. La ragazza è in gravissime condizioni, con ustioni sull’80% del corpo. Secondo gli inquirenti, non avrebbe lasciato alcun biglietto.

Rispondi