In viaggio con papà

Natale con i tuoi, giusto? Ma se uno dei tuoi, l’amata figlia, fa la hostess e deve viaggiare in aereo sia il 24 sia il 25 dicembre, tu come fai per starle accanto? Semplice, prenoti tutti i voli che vedono Pierce imbarcata in qualità di assistente di volo. La tenera storia vede per protagonista l’anziano papà di Pierce Vaughan, Hal. Ed è stata raccontata sui social da un passeggero, Mike Levy, che ha viaggiato seduto proprio accanto all’uomo nel tragitto tra la Florida e Detroit e che quindi si è sentito raccontare l’incredibile Natale della famiglia Vaughan.

Il post ha commosso tutti ed è diventato virale, con tantissime condivisioni e commenti. Lo stesso Mike lo ha accompagnato con i complimenti sinceri ad Hal: “Quest’uomo ha deciso di trascorrere le vacanze con la figlia. Quindi, sta volando su tutti i suoi voli oggi e domani in tutto il Paese per trascorrere del tempo con lei per Natale. Che padre fantastico! Vi auguro un buon Natale”. Una di quelle storie che ti riempiono il cuore, davvero.

Il post è accompagnato dalla foto in cui si vede Pierce sorridente nella sua divisa da hostess e il papà della giovane, anche lui con il sorriso stampato sulla faccia, seduto al posto del passeggero. La stessa Pierce alla fine ha condiviso il post: “Il primo viaggio di papà con i suoi benefit è stato un successo”. La compagnia per cui lavora, la Delta Airlines, offre infatti viaggi con tariffe agevolate ai familiari dei dipendenti. Ma mai avrebbe immaginato di avere lo stesso passeggero che scorrazza per gli Stati Uniti in una due giorni tra le nuvole su una serie di suoi voli. E non tanto per amore del viaggio, quanto per affetto e orgoglio nei confronti della figlia.

Tutti felici e contenti, dunque, proprio come in una favola. Il papà, che è stato vicino alla figlia, lei che ha lavorato sapendo di avere tra i passeggeri colui che l’ha messa al mondo e l’ha cresciuta, la compagnia aerea che ha ricevuto un sacco di pubblicità gratuita. Per la cronaca, sono stati sei i voli prenotati dal signor Vaughan. Che di certo non dimenticherà questo Natale 2018, atterrando e decollando, transitando velocemente in vari aeroporti, senza mai uscirne. Aspettando solo la chiamata del volo successivo con a bordo la figlia. Toccando tante città senza visitarne una. Ma con la cosa più bella per lui accanto a sé.

di Alessandro Pignatelli

Rispondi