Il cinema che verrà – I film più attesi nel 2019 sul grande schermo

Il cinema che verrà – I film più attesi nel 2019 sul grande schermo

3 Gennaio 2019 0 Di il Cosmo

di Elisa Torsiello –

Biopic, animazione, live-action, cinecomic, drammi, musical, grandi ritorni. Il 2018 al cinema è stato una giostra variopinta ed eterogenea. A ogni giro si aggiungeva in corsa un nuovo genere, un nuovo titolo, mentre noi facevano avanti e indietro dalla sala (o spegni e accendi al computer) sempre più pieni eppure sempre più insaziabili. Il 2019 è alle porte e, titoli alla mano, quella che si appresta a iniziare promette essere un’altra grande annata di buon cinema. ogni gusto spettatoriale sarà accontentato, mentre i grandi ritorneranno piccoli e i piccoli coltiveranno la loro fantasia e immaginazione. Le vite reali e quelle finzionali si abbracceranno fino a unirsi e mescolarsi, influenzandosi a vicenda. Aprite gli occhi. Mettetevi comodi. La magia del cinema targato 2019 sta per iniziare.


Film d’animazione

Dopo il terzo capitolo non si credeva possibile credere nel ritorno dello sceriffo Woody e l’astronauta Buzz Lightyear. “Toy Story” aveva avuto la sua degna conclusione con il migliore episodio di una trilogia straordinaria, non solo per l’impatto emozionale che ha avuto nelle vite dei suoi spettatori, ma anche e soprattutto per il modo di concepire i lungometraggi di animazione. La tecnologia 3D ha piano piano preso il sopravvento mutando il modo di creare e vedere i cartoni animati. Ciononostante i giocattoli che tutti noi avremmo voluto, anche solo per sentirli parlare e salvare la nostra infanzia, sono pronti a fare il loro ritorno a giugno nelle sale di tutta Italia. Non mancheranno ovviamente, nella versione originale del film, gli storici doppiatori capitanati da Tom Hanks e Tim Allen. Poco e nulla si sa ancora su chi avrà il difficile compito di sostituire il grande Fabrizio Frizzi nella versione italiana. Voci di corridoio vorrebbero Angelo Maggi (storico doppiatore di Tom Hanks insieme a Roberto Chevalier) in pole position. Non ci resta che aspettare per ulteriori informazioni.

Se anche voi siete caduti nella trappola “Frozen” e ogni pupazzo di neve vi sembra Olaf, allora il 12 dicembre correte al cinema. il freddo di Arandelle invaderà il nostro mondo trasportandoci nel regno di Anna e Elsa con l’uscita di “Frozen 2”.

Cartoni animati non vuol dire solo Disney. A fare il loro ritorno sul grande schermo sono anche due film usciti dalle fucine artistiche della Warner Bros. e DreamWorks. Stiamo parlando rispettivamente di “The Lego Movie 2” (in uscita il 21 febbraio) e il terzo episodio di “Dragon Trainer, Il mondo nascosto” (in uscita il 31 gennaio). Entrambi i film vantano un cast vocale di tutto rispetto, che va da Chris Pratt, Elizabeth Banks, Will Arnett, Nick Offerman, Alison Brie, Tiffany Haddish per il primo, a Cate Blanchett, Gerard Butler, Jonah Hill, Kristen Wiig, Kit Harington, Jay Baruchel, America Ferrera per “Dragon Trainer”.

L’uscita antecedente rispetto ai colossi Disney sicuramente faciliterà il successo di queste due opere, ma sarà solo a fine anno che potremmo constatare chi ha vinto la gara del più grande successo d’animazione del 2019.

Biopic

Di biopic il 2018 ce ne ha regalati tanti, da “Bohemian Rhapsody” (film dal più alto incasso in Italia nel 2018), a “Colette” con Keira Knightley, passando per “First Man” di Damien Chazelle sulla vita di Neil Armstrong, fino a “Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità”. Altrettanti numerosi saranno i numerosi che occuperanno i cartelloni cinematografici dei prossimi mesi. Tra i più attesi un film biografico un po’ sui generis, nel senso che il modo con cui Yorgos Lanthimos ne “La Favorita” immortala la regina Anna e la contesa messa in atto dalle due cugine Lady Sarah (Rachel Weisz) e Abigail (Emma Stone) per ottenere i favori della sovrana, è denso di caustico umorismo e licenze poetiche che non ostacolano la bellezza del film, ma anzi esaltano l’autorialità del regista e le lodevoli performance delle attrici, una su tutte quella di Olivia Coleman. Dal 24 febbraio al cinema.

Altrettanto atteso è il biopic dedicato a un altro grande della musica, Elton John. “Rocket Man” si pone sulla scia del successo planetario di “Bohemian Rhapsody” nella speranza di eguagliare lo stesso apprezzamento di critica e pubblico ottenuto dall’opera incentrata sulla leggenda di Freddie Mercury e dei suoi Queen. A rivestire i panni del cantautore inglese sarà Taron Egerton, già visto nella saga di “Kingsmen”, mentre dietro la macchina da presa vi sarà Dexter Fletcher, ormai maestro dei biopic. Dopo il film dedicato a Eddie “The Eagle” Edwards, il regista ha infatti sostituito Bryan Singer alla guida di “Bohemian Rhapsody” dopo che il primo è stato licenziato per le accuse di molestie sessuali a lui rivoltegli nel corso della realizzazione del film. “Rocket Man” uscirà in Italia il 30 maggio 2019.

Grandi trasposizioni letterarie

Dopo il grande successo riscosso con il suo debutto alla regia, Greta Gerwig punta sulla trasposizione cinematografica di uno dei grandi classici letterari al mondo per eguagliare le lodi ottenute con “LadyBird”: stiamo parlando di “Piccole Donne”. Ultimo di una grande tradizione di adattamenti per il grande schermo (tra cui quello con Winona Ryder, Susan Sarandon e Christian Bale) il film della Gerwig uscirà in concomitanza con il centesimo anniversario dall’uscita del classico della Alcott, ma a oggi ancora poco si sa se l’opera sarà più o meno fedele alla sua fonte originaria. Nel cast si annoverano Saoirse Ronan e Timothée Chalamet che con la regista hanno già lavorato in “LadyBird”, Emma Watson (la Hermione di “Harry Potter” ) e Florence Pugh.

Da un classico a un altro; nel 2019 uscirà infatti il secondo e ultimo capitolo di “IT”, trasposizione cinematografica del thriller di Stephen King diretto ancora una volta da Andy Muschietti. Il losers club è cresciuto, e ai piccoli protagonisti del primo capitolo subentreranno le loro versioni adulte, capitanate da James McAvoy e Jessica Chastain. Da settembre al cinema.

Uscirà invece a ottobre l’adattamento cinematografico del best-seller di A.J. FlinnLa donna alla finestra” diretto da un regista che di trasposizione cinematografiche ne sa qualcosa: Joe Wright. Chissà se ancora una volta il regista inglese si rivelerà capace di prendere una storia conosciuta al grande pubblico e, come ha fatto in precedenza con “Orgoglio e Pregiudizio”, “Espiazione” e “Anna Karenina”, impreziosirla di linfa nuova e vitale. Il film vanta Amy Adams nei panni della protagonista. completano il cast Julianne Moore e Gary Oldman (premio Oscar per “L’ora più buia” sempre di Joe Wright).

Cinecomic

Il 2019 si presenta già come un anno da ricordare per gli amanti dei cinecomic. Tanti, tantissimi i film ispirati ai grandi supereroi che usciranno nei prossimi 12 mesi. ad aprire le danze è “Aquaman”, supereroe marino della DC Comic in sala dal primo gennaio. Giusto per sottolineare che “il genere che esce a capodanno esce tutto l’anno”. A marzo è invece il turno di “Captain Marvel”, l’eroismo in versione femminile. Basato sul personaggio fumettistico della Marvel Comics, Carol Danvers, “Captain Marvel” è il ventunesimo film del Marvel Cinematic Universe. A vestire i panni della supereroina Carol Danvers è Brie Larson, premio Oscar per il commovente “The Room”. Ma sarà solo nel mese di aprile che l’attesa per i cinecomic raggiungerà il proprio climax: esce infatti il 24 aprile (tredici giorni dopo il rilascio di un altro lungometraggio dedicato all’universo dei supereroi, “Shazam”) “Avengers: Endgame”, capitolo conclusivo dell’ensemble movie con i più grandi supereroi di casa Marvel. Ogni risposta circa il post-dominio di Thanos verrà ora svelata. Una volta usciti dalla sala, se l’ansia da separazione per i vostri eroi preferiti inizia a farsi sentire, non temete perché tra giugno e luglio altre due uscite vi aspettano; stiamo parlando di “X-Men Dark Phoenix” e “Spider-Man: Far From Home”.

Menzione speciale anche a “Glass”, l’atteso ritorno di M. Night Shyamalan che dopo “Unbreakable” e “Split” promette di chiudere il cerchio dei suoi personaggi dai poteri sovraumani.

Grandi ritorni

Per gli amanti di Quentin Tarantino il 2019 è sinonimo di una sola cosa: “Once Upon a Time in Hollywood”. Il regista di Pulp Fiction ritorna a rileggere a modo suo le pagine di storia come già aveva fatto con Bastardi senza gloria. Ai nazisti e l’omicidio di Adolf Hitler si sostituiscono gli omicidi della setta di Charles Manson, in particolare uno dei più sanguinari nel quale restò uccisa a Bel Air nel 1969 l’attrice Sharon Tate, moglie di Roman Polanski, incinta di otto mesi. Fanno parte del cast Margot Robbie, Brad Pitt, Leonardo DiCaprio, Dakota Fanning, Timothy Olyphant. Il film sarà distribuito dalla Warner Bros e uscirà al cinema il 21 luglio 2019.

Il 2019 segnerà inoltre il ritorno di una delle famiglie aristocratiche inglesi più amate al mondo: i Crawley. “Siete tutti invitati”, così recita il teaser che circola in rete e sembra proprio che le porte di “Downton Abbey” non vedono l’ora di riaprirsi per accoglierci non più nelle vesti di telespettatori, ma in quelle di pubblico cinematografico. “Downtown Abbey” arriverà infatti sul grande schermo. Diretto da Miachel Engler si sa ben poco su questo progetto, ma quello che ci basta sapere è che a fare il suo ritorno è Violet Crawley, la mitica matriarca interpretata da Maggie Smith. Completano il cast i membri della serie originale, da Michelle Dockery (Lady Mary) a Hugh Bonneville (Conte di Grantham), fino a Elizabeth McGovern (Contessa di Grantham). Non mancheranno naturalmente il maggiordomo Carson (Jim Carter), il valletto Barrow (Robert James-Collier) e la cameriera Anna Bates (Joanne Froggatt). Preparatevi il vostro vestito più elegante. La famiglia Crowley ci aspetta a settembre al cinema.

Live Action

Che si amino, o si odino, i live-action esercitano comunque un potere d’attrazione immane nei confronti di chi è cresciuto con i classici Disney, o con chi, perché troppo piccolo, non ha avuto ancora modo di immergersi e conoscere a fondo questo universo dove il disegno incontra la fantasia e la magia della fiaba. “Il re leone” (che più un live-action è un adattamento in computer grafica del classico del 1994), “Aladdin”, “Dumbo” dopo “Alice nel paese delle meraviglie”, “Cenerentola” e “La bella e la bestia” si svestono delle tavolozze e del 2D per vestirsi di realtà. Il primo a volare, con le sue grandi orecchie, al cinema è l’elefantino Dumbo. Diretto dal maestro delle fiabe dal sapore gotico – Tim Burton – il film arriverà nelle nostre sale il 28 marzo 2019. Neanche due mesi di attesa ed ecco che dalle notti d’oriente giunge con il suo tappeto magico “Aladdin”. Il film di Guy Ritchie (“Sherlock Holmes”, “Operazione U.N.C.L.E”) verrà rilasciato nelle sale dal 22 maggio 2019, pochi mesi prima di “Il re leone”, al cinema dal 21 luglio 2019.

Grandi Attese

Tra i film italiani a suscitare grande interesse è sicuramente “Il primo re” di Matteo Rovere. Alessio Pace e Alessandro Borghi vestono i (pochi) panni di Romolo e Remo, i due fratelli dal cui sangue nascerà una città, Roma, il più grande impero che la Storia ricordi. Dopo una lunga gestazione in post-produzione il film arriverà sul grande schermo il 31 gennaio 2019 con 01Distribution.

Basta pronunciarne solo il titolo, “Star Wars: Episodio IX” e l’emozione sale a livelli incommensurabili. Un’attesa del tutto giustificata soprattutto perché quella che uscirà a dicembre 2019 sarà l’ultimo episodio della nuova trilogia. Diretto da J.J. Abrams il film vede nel cast nomi come Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Lupita Nyong’o, Domhnall Gleeson, (già visti nei due episodi precedenti) e le new-entry Keri Russell, Richard E. Grant e Matt Smith.