Non solo sci: gli sport invernali alla ricerca di adrenalina

di Deborah Villarboito –

Discesa, sci di fondo, snowboard. Quando si pensa a sport invernali per amatori sono i primi nomi che ci vengono in mente. Sono anche i più praticati da appassionati di tutte le età. Certamente non sono gli unici, ce ne sono altri che seguono una scala differente che tiene conto su un asse delle capacità e sull’altro il grado di pazzia necessario per cimentarvici.

Se la roccia vi ha stancato, potete sempre salire su una parete di ghiaccio, ad esempio. L’arrampicata su cascate di ghiaccio, o “ice climbing”, ha conosciuto negli ultimi anni un’evoluzione incredibile, ed effettivamente sempre più persone si avvicinando a questo sport su neve e ghiaccio e ad altri sport estremi invernali. Ovviamente l’arrampicata su cascate di ghiaccio deve sempre essere accompagnata da prudenza ed attenzione, inoltre è fondamentale seguire una serie di suggerimenti utili: dall’abbigliamento tecnico ai movimenti per affrontare l’arrampicata sul ghiaccio. Se l’altezza non fa per voi, potete darvi alla velocità in stile Balto: la corsa con i cani da slitta, conosciuta anche con il termine “sleddog”, è una disciplina sportiva praticata su slitte trainate da cani e guidate da un conduttore esperto, chiamato con termine inglese “musher”. Una volta, prima dell’avvento delle motoslitte, lo “sleddog” era l’unico modo per coprire le notevoli distanze tra i villaggi delle gelide terre dei paesi nordici, soprattutto nelle regioni artiche e siberiane, così come nel Nord-America.

Oggi, i più appassionati di neve, animali e wildlife, possono vivere l’ebrezza di una corsa su slitta trainati dai cani. Immersi in paesaggi innevati da cartolina, in un’atmosfera magica. Se siete amanti della tavola (e non mi riferisco a quella in baita), c’è un nuovo modo di surfare, ma sulla neve. Si chiama “snowkite” o “snowkiting”, ed è uno sport invernale in cui si scivola sulla neve trainati dalla forza del vento con una tavola ai piedi ed un grosso aquilone tra le mani. Si tratta in realtà dell’unione di due sport, il “kitesurf” (surf in acqua con vela) e lo snowboard. Senza dubbio uno sport invernale davvero emozionante, che sconfina nella totale libertà della natura, guidati solo dal vento. Evoluzioni, salti e velocità: lo snowkiting, dopo aver spopolato in Francia e Svizzera, sta contagiando sempre più persone anche nel nostro Paese. Lo snowboard rimane però nel cuore degli adrenalinici, ma nella versione freestyle, rimanendo uno degli sport invernali più in voga tra gli appassionati di discipline estreme. Richiede ottimi riflessi, prestanza fisica e creatività per eseguire discese ad alta velocità, salti su rampe e spettacolari figure in volo.

Si tratta di una combinazione di skate, surf e windsurf. Se pensate che possa essere lo sport su neve che fa al caso vostro, dovete sapere che è opportuno cominciare ad allenarsi già qualche mese prima delle vacanze sulla neve effettuando esercizi specifici per rinforzare i muscoli maggiormente sollecitati, quelli di spalle, gambe e i muscoli del tronco. La slitta: che bello lasciarsi scivolare giù per le discese innevate. Mai fatto con un airboard? Un’invenzione elvetica al 100 percento. Si gonfia in 3 minuti e si può descrivere come una specie di slitta moderna gonfiabile, in materiale sintetico. Un’esperienza invernale completamente nuova che sta definendo un nuovo sport estremo, lo snow body-boarding, ridisegnando piste battute, polveroni, dune, salti e perfino half-pipe. Per guidare l’airboard basta spostare il peso del corpo e avere tanta voglia di adrenalina. La posizione allungata e quindi il baricentro basso permettono di effettuare ogni curva come in volo, raggiungendo velocità anche di 100 chilometri orari. Uno sport per gli amanti delle sensazioni forti. Se invece non volte rinunciare alla vostra mountain-bike anche sulle piste, procuratevi un “ktrak”. Il nome è tutto un programma, ma l’attrezzo potrebbe rivelarsi molto utile. Consiste in uno sci da fissare sulla ruota anteriore della bici e in un meccanismo da montare su quella posteriore che servirà a scaricare sullo sci la forza delle pedalate.

Cinghia in poliuretano rinforzato, braccio in magnesio: questo kit trasforma la tua bici in un vero bulldozer da neve. L’idea che sulla neve si possa praticare solamente lo sci, o lo snowboard, è un luogo comune quanto mai errato dunque. Non è facilissimo da usare ma il divertimento è assicurato. Lo “skifox” è marchingegno molto particolare simile ad un monopattino da neve. Di fatto una sorta di sedile aerodinamico appoggiato su uno sci stretto e corto. Più difficile da spiegare che da fare. Le curve e le direzioni si scelgono inclinando, cosa non sempre semplice. Basta armarsi di grande equilibrio. D’inverno i torrenti ghiacciano? Ora c’è lo “snowrafting” per non farsi mancare nulla.

Immaginate di essere su un gommone e di scendere a tutta birra lungo un canalone innevato. Sembra il sogno di qualche piccola peste spericolata ed invece è l’ultima tendenza sportiva. Il gommone si direziona con una vera e propria pagaia, quasi del tutto uguale a quella da rafting. Un’esperienza indimenticabile. Un brivido particolare per grandi e piccoli. Si sta tranquilli, perché i gommoni sono provvisti di dispositivi appositi atti a dirigere e frenare il mezzo in qualsiasi situazione. Insomma, la montagna non è assolutamente solo relax, ma pura fonte di adrenalina.

Rispondi