Sagra del paese: intossicazione di massa, ma solo per i leghisti

C’è il pesante sospetto che qualcuno l’abbia fatto apposta. Fatto sta che alla sagra del radicchio, cinquanta militanti leghisti hanno terminato la serata con forti dolori intestinali. Soltanto loro, nessun altro commensale si è sentito male. Il tutto è avvenuto a Zero Branco, paese in provincia di Treviso. La storia viene raccontata dal Gazzettino.

I sintomi dei cinquanta assomigliavano tanto a un avvelenamento: forti crampi intestinali e la diagnosi parla infatti di intossicazione alimentare. Nessun altro dei presenti alla sagra del paese ha accusato però malesseri o fastidi. C’è chi parla di una ‘manina’ che potrebbe aver messo lassativo nei piatti destinati ai seguaci del Carroccio. La Pro Loco locale nega che sia potuta capitare una cosa del genere. Ma il dubbio, naturalmente, resta.

C’erano pure assessori provinciali e regionali della Lega. C’era il presidente della Provincia, Stefano Marcon, che al quotidiano ha detto: “Sono un benpensante e non vorrei farmi sfiorare dall’idea che qualcuno abbia voluto farci uno scherzo di dubbio gusto. Però non si può nemmeno escludere che sia avvenuto”. Uno scherzetto non da poco, per fortuna però i problemi intestinali sono durati solamente una giornata. Il che potrebbe far pensare anche a un virus intestinale di massa.

Da più parti serpeggia il sospetto di un boicottaggio bello e buono da parte di qualcuno che non ama particolarmente il colore verde. E dire che la sagra del radicchio era stata scelta come location per una cena di sezione da parte dei leghisti locali. Gli altri oltre cento commensali sono tornati a casa e hanno passato notte e giornata seguente senza alcun problema intestinale. Il menu prevedeva risotto con radicchio, salsiccia e spezzatino. E la Sagra era alla sua ventiseiesima edizione.

Siccome è molto difficile che venga fuori il nome o i nomi di chi può aver pensato allo scherzetto in stile ‘Amici miei’, allora la prossima volta sarà bene che qualcuno si accerti che in alcuni piatti si aggiunga qualcosa di troppo. Perché dovesse iniziare una guerra a suon di lassativi tra parti avverse, gli unici felici sarebbero i produttori di carta igienica.

di Alessandro Pignatelli

Rispondi