Elia Fongaro si racconta tra amore e cinema

di Luca Forlani –

Elia Fongaro è uno dei personaggi rivelazione dell’ultima edizione del Grande Fratello Vip. 27 anni, fisico statuario e uno sguardo che conquista. Durante la permanenza nella casa più spiata d’Italia ha fatto discutere la sua relazione con Jane Alexander, donna molto più grande di lui che all’inizio del gioco aveva un fidanzato ad aspettarla fuori. L’amore, si sa, è più forte di tutto. Elia è un ragazzo pieno di amori: Jane, la sua famiglia a cui è legatissimo, e il cinema. La settima arte rappresenta il suo più grande sogno nel cassetto. La moda e la televisione sono stati dei mezzi per farsi conoscere. Ora Elia punta in alto. E per raggiungere il suo obiettivo ha scelto di trasferirsi a Roma.

Non posso non chiederle come sta andando la storia d’amore con Jane Alexander?

Molto bene. È una persona straordinaria. Stiamo proseguendo la nostra conoscenza nonostante la distanza; lei vive a Roma e io a Milano. Non vedo l’ora di raggiungerla.

Tra voi ci sono molti anni di differenza: un arricchimento o un problema?

 Sono abituato a rapportarmi con persone più grandi, anche in amicizia. Nello specifico, con Jane non sento una grande differenza d’età. Anzi, spesso sembro io quello più grande. È sicuramente una storia che mi potrà arricchire. Quando stiamo insieme la differenza non si fa sentire per niente.

Jane non è il suo unico amore…

Ho un grande amore per la mia famiglia. Durante le feste di Natale ho potuto passare del tempo con mio fratello. Ho un ottimo rapporto con lui. Ha quattordici anni e frequenta la prima liceo. Sono contento di stargli vicino in questo momento così delicato per la sua crescita. Dopo i giorni di Natale sono andato a Roma per il compleanno di Jane e per festeggiare insieme il Capodanno.

Oltre al rapporto con Jane, con quali concorrenti ha legato maggiormente?

Con Maurizio Battista ed Enrico Silvestrin. Purtroppo sono stati eliminati presto coloro che avevano mostrato più personalità. Pensare con la propria testa è stato visto molto male dal gruppo. Diciamo che in quella casa era un po’ come se l’Illuminismo non fosse mai esistito.

Come valuta l’esperienza del Grande Fratello Vip?

È stata una buona opportunità per evadere dalla quotidiniatà. Gli attacchi ricevuti mi hanno molto amareggiato. Il mio motto è sempre stato “a testa alta” e ora continuo a seguire la mia strada. Mi ha fatto piacere ricevere così tanto affetto dal pubblico del web che solitamente è estremamente critico. Nel gioco però ha prevalso un’altra linea.

Come definirebbe questa linea?

Molto strategica. Le personalità più forti sono state fatte fuori. Sono stati bravi a coalizzarsi. Io non so se le persone abbiano realmente preferito la corrente vincitrice.

E ora cosa la aspetta?

Molto studio. Compatibilmente con gli impegni professionali conto di laurearmi a breve in Relazioni Internazionali. Mi sono appena trasferito a Roma per approfondire lo studio della recitazione.

In questa decisione quanto ha influito il fatto che la sua fidanzata sia un’attrice di successo?

È stata una scelta che avevo già preso prima di partecipare al Grande Fratello Vip. Studio recitazione da qualche anno. Ho iniziato con i primi corsi di teatro ai tempi di Striscia la notizia. Ho studiato poi con un coach americano. Mi fa piacere proseguire con il lavoro di modello, ma il mio futuro lo vedo nel cinema. Sogno un film con Ozpetek. Un regista che ha lanciato tanti attori provenienti dalla televisione.

Rispondi