Ruba l’auto con una bambina dentro, poco dopo ritrovano entrambe

Forse un miracolo. O un gesto di tenerezza verso un essere innocente. Ad Atlanta, la polizia ha ritrovato un’auto rubata e dentro c’era pure una bimba di 11 mesi, fortunatamente sana e salva. A lasciarla un attimo nella macchina aperta, in strada, era stata la mamma che, tornando, non aveva trovato più né l’auto né tantomeno la piccola. La polizia è stata particolarmente efficiente perché in un’ora ha ritrovato entrambe. La bambina era sola impaurita e infreddolita.

Gesto irresponsabile, certo, quella della mamma. Ma mai avrebbe immaginato che qualcuno potesse portarsi via il veicolo con una bimba dentro. Che poi, probabilmente, è anche il motivo per cui il ladro ha deciso di lasciar perdere. L’agente che ha trovato la bambina, l’ha abbracciata e coccolata prima di portarla in commissariato e restituirla alla donna. Il tutto è stato ripreso dalle telecamere della polizia.

La mamma ‘distratta’, oltre che lasciare l’auto aperta, l’aveva lasciata pure con il motore acceso. Quasi a voler dire ai ladri: prendetemi, non dovete fare nessuna fatica. La stessa macchina, come detto, poco dopo è stata ritrovata in un parcheggio del Walmart, a pochi chilometri di distanza da casa. Geof Gilland, portavoce delle forze dell’ordine di Athens-Clarke, ha spiegato: “Stiamo cercando di capire cosa sia successo in quell’ora. Dove possa essere stato il veicolo. Siamo grati a chi ha rubato quell’auto di averla lasciata in un posto dove è stato facile rintracciarla”. Possiamo parlare di ladro gentiluomo, insomma?

Più probabilmente il furto è avvenuto accorgendosi solo successivamente che c’era un ospite dentro. Minuscolo. Spaventato. Innocuo. Ma pericoloso. Perché un conto è rubare una macchina, un altro venire accusato pure di sequestro di minore.

di Alessandro Pignatelli

Rispondi