Le mafie tornano a fare sentire le loro voci

di Fabiana Bianchi –

• Giovedì 14 ci sono stati momenti di preoccupazione per Umberto Bossi. Lo storico leader leghista, di 77 anni, ha avuto un malore in casa e ha perso i sensi. Cadendo, ha battuto la testa. Trasportato all’ospedale con l’elicottero, è stato ricoverato in Rianimazione. Nei giorni successivi, le sue condizioni sono migliorate.

• Venerdì 15 è stato arrestato un latitante: era stato condannato a 14 anni per traffico internazionale di droga. L’uomo, considerato vicino a una cosca mafiosa, è stato catturato a Rose, in provincia di Cosenza. Secondo i giudici, sarebbe stato impegnato nella gestione dell’importazione di grandi quantità di stupefacenti dal sud America.

• Nella notte tra venerdì e sabato 16 c’è stato un incendio nella baraccopoli di San Ferdinando, a Gioia Tauro, in Calabria. Nel rogo ha perso la vita un 29enne di origine senegalese. Una ventina di abitazioni di fortuna sono andate distrutte. All’origine del rogo potrebbe esserci un fuoco acceso per scaldarsi. Nell’ultimo anno, sono state già tre le vittime di incendi nella stessa baraccopoli: avevano già perso la vita una 26enne nigeriana e un 18enne del Gambia.

• Domenica 17 si è fatto strada l’allarme camorra: nel Napoletano, infatti, si sono consumati due omicidi nell’arco di poche ore. Nella serata di sabato, un 63enne è stato ucciso con un colpo di pistola alla testa mentre si trovava tra la folla. Domenica, invece, un 46enne con precedenti penali legati alla mafia è stato ucciso a bordo della sua auto, poco distante dalla sua abitazione.

• Lunedì 18 è arrivata un’altra drammatica notizia di incidenti sugli sci: una ragazza di soli 13 anni ha perso la vita. È successo a Cogne, in Valle d’Aosta. La 13enne era accompagnata da un maestro e dalla sorella e stava scendendo da una pista quando ha sbagliato una curva ed è finita contro un albero. Malgrado indossasse il casco, le lesioni purtroppo si sono rivelate fatali.

• Martedì 19 si è spento lo stilista Karl Lagerfeld. Nato nel 1933 in Germania, poco più che ventenne ha iniziato la sua avventura nella moda a Parigi. Ha lavorato con le più importanti case di moda, fra cui Chloé, Fendi e Chanel. Proseguirà il lavoro nella sua scia Virginie Viard, storico braccio destro dello stilista.

Rispondi