Top e Flop… Luci e ombre del Campionato

Top e Flop… Luci e ombre del Campionato

21 Febbraio 2019 0 Di il Cosmo

di Franco Leonetti –

La rubrica per focalizzare e imprimere nella memoria i momenti più belli e quelli più ombrosi che il campionato di calcio regala ai tifosi ad ogni turno, Una sorta di promemoria in pillole, per rivivere, in un flash, la giornata appena trascorsa.

Top

• Sirigu (Torino) mette a compimento grandi parate e blocca tante conclusioni a rete degli avanti del Napoli, il Torino porta a casa un pareggio insperato

• Dybala (Juventus) torna ad esultare in campionato con un capolavoro all’incrocio dei pali che stende il Frosinone, curiosità: è il primo gol segnato con il suo piede preferito, il mancino, gli altri due erano giunti di destro

• Turno ricchissimo di super gol eccezionali con proiettili da lontano e conclusioni pregevoli, da mostrare ai ragazzi delle scuole calcio, Criscito (Genoa), Krunic (Empoli), Çalhanoğlu (Milan), Ronaldo (Juventus), reti tutte diverse ma che meritano applausi

• Piatek si conferma un cecchino infallibile, segna un gol ogni ora di gioco in media, la sua prima marcatura in quel di Bergamo, è semplicemente un diamante puro, Grande centravanti che molti scoprono solo ora!

• Pavoletti (Cagliari) con due reti rovescia l’andamento della gara contro il Parma, regalando una vittoria scacciacrisi al suo allenatore Maran

Flop

• Udinese-Chievo: una delle più brutte gare viste negli ultimi anni, poca qualità e terrore di perdere, compromettendo irrimediabilmente la stagione.

• La Lazio decimata dagli infortuni, si fa raggiungere e battere nel recupero contro il Genoa, brutta gestione di gara dopo aver sfiorato in un paio d’occasioni il raddoppio.

• Un Sassuolo irriconoscibile ad Empoli perde seccamente e fa arrabbiare il suo allenatore De Zerbi che tuona: “Sconfitta da non dimenticare”.

• Il Napoli non sa più vincere e andare in gol, due pareggi consecutivi e con due 0-0, morale 10 punti in meno rispetto allo scorso campionato e distacco di 13 punti dalla capolista Juve

• Lucas Leiva (Lazio) per la fretta di allontanare la sfera dalla sua area piccola, spazza via ma sulla tibia di Sanabria (Genoa) che involontariamente mette in gol, scena fantozziana.