Si accende la lotta per l’Europa

di Franco Leonetti –

Venticinquesima giornata del massimo campionato di Serie A, la Juventus vince anche a Bologna e mantiene invariato il + 13 sul Napoli, domenica prossima ci sarà lo scontro al vertice, al San Paolo, tra la prima e la seconda della classe. Anche se il distacco smisurato, di Allegri e i suoi ragazzi, dalla seconda, rende meno piccante la gara. Il Milan, dal canto suo, vince una partita fondamentale e insidia sempre più l’Inter per la terza piazza, con i nerazzurri letteralmente derubati della vittoria in quel di Firenze, da un clamoroso abbaglio dell’arbitro Abisso, che concede un rigore che mai e poi mai si può decretare, soprattutto in tempo di Var, e dopo aver rivisto più volte l’azione al monitor. Inter 47, Milan 45, la sfida per la Champions si accende sempre più, considerando che il 17 marzo si disputerà il derby meneghino.

La Roma risale al quinto posto, ad un solo punto da Gattuso e i suoi, mentre a 38 si è creato un folto gruppo di pretendenti per le piazze che danno accesso all’Europa League, con Atalanta, Torino, e Lazio tallonate, due gradini più in basso da Fiorentina e Sampdoria. Da questo novero usciranno le vere candidate all’Europa della prossima stagione. Nella terra di mezzo vivacchiano Sassuolo, Parma e Genoa, dal Cagliari in giù cominciano i dolori. Partendo dal presupposto che Lazio-Udinese è stata rimandata a data da destinarsi, in coda non è mutato nulla, con ben 7 formazioni in lotta per non cadere nella cadetteria. Il Chievo rimane ultimo nonostante un pareggio interno che serve a ben poco, il Frosinone perde ancora tra le mura amiche e dà sfogo ad un record negativo che non promette nulla di esaltante: è l’unica squadra nei maggiori 5 campionati continentali a non aver mai vinto davanti al proprio pubblico.

Il Bologna, sconfitto da una rete di Dybala, rimane terz’ultimo, ma con il cambio d’allenatore i felsinei hanno recuperato verve, gioco, voglia e capacità di lottare sino all’ultima giornata per la permanenza in serie A. Coinvolte in questa strenua battaglia anche Empoli a 21, Udinese 22, ma con una partita da recuperare, Spal a 23 e Cagliari a 24. Il prossimo week end calcistico promette di sciorinare scintille ed emozioni, il big match, come detto poco fa, si terrà a Napoli tra la capolista e la compagine di Ancelotti, ma spicca sul calendario anche il derby capitolino, Lazio-Roma potrebbe rivelarsi uno spartiacque per le ambizioni di entrambi. Interessanti anche le sfide Cagliari-Inter e Atalanta-Fiorentina, una sorta di spareggio per le coppe, il Milan affronta il Sassuolo in casa, il Torino sfida il Chievo, mentre per il fondo classifica vengono messi punti in palio pesanti in gare come: Genoa-Frosinone, Spal-Sampdoria, Udinese-Bologna, 90 minuti da far tremare i polsi ai deboli di cuore, con l’Empoli che al Castellani sfida il Parma di D’Aversa.

Buon campionato a tutti.

Rispondi