Top e Flop… Luci e ombre del Campionato

di Franco Leonetti –

La rubrica per focalizzare e imprimere nella memoria i momenti più belli e quelli più ombrosi che il campionato di calcio regala ai tifosi ad ogni turno, Una sorta di promemoria in pillole, per rivivere, in un flash, la giornata appena trascorsa.

Top

• Cragno (Cagliari) opera grandi parate a Genova ma i suoi interventi non salvano i sardi che soccombono di fronte alla Sampdoria, Perin (Juventus) devia contro il palo, nei minuti di recupero,  salvando la vittoria dei bianconeri a Bologna

• Dybala (Juventus) secondo gol consecutivo in campionato, consegna i tre punti ai torinesi, poco brillanti

• La punizione di Muriel (Fiorentina) è un arcobaleno di mille colori che s’insacca all’incrocio battendo Handanovic (Inter) proteso in volo: letteralmente imparabile!

• Piatek (Milan) segna ancora e non si ferma più, salendo a 18 reti nella classifica dei cannonieri ad una sola realizzazione da Ronaldo (Juventus), mentre Petagna (Spal) va in doppia cifra a 10 reti

• E’ Dzeko l’arma vincente della Roma a Frosinone, doppietta più assist e i giallorossi sbancano lo stadio Stirpe

Flop

• L’arbitro Abisso a Firenze decreta un rigore inesistente al minuto 101, per i Viola contro l’Inter, dopo aver visionato il tutto al Var, senza aver capito che D’Ambrosio (Inter) tocca la sfera con il petto e non con il braccio: errore intollerabile, merita una sospensione fino alla fine del torneo

• Olsen (Roma) para il tiro di Ciano (Frosinone) con il palmo della mano aperto, la sfera assume un effetto assurdo, finendo in porta alle sue spalle: sfortunato.

• Il Frosinone è l’unica squadra dei principali 5 campionati europei a non aver mai ottenuto i tre punti casalinghi in questa stagione: un record negativo che non promette nulla di buono

• Il Parma viene pesantemente sconfitto in casa dal Napoli, il terzo gol dei partenopei è un gustoso regalo della retroguardia ducale che mette Milik in condizioni di segnare facilmente, complimenti ai difensori emiliani.

• Il Chievo pareggia in casa contro il Genoa, muove la classifica, ma non riesce a risalire nei confronti delle dirette avversarie: un punto pressochè inutile.

Rispondi