Foto hard tra le tombe, denunciati in tre

Foto hard tra le tombe, denunciati in tre

13 Marzo 2019 0 Di il Cosmo

Avevano deciso per qualcosa di estremo. Ossia fare fotografie hard tra le tombe, al cimitero di San Donato in Greti, frazione di Vinci, nel fiorentino. Ma la scena non è passata inosservata e i tre, due uomini e una donna, sono stati denunciati. E’ stato un cittadino ad allertare le forze dell’ordine dopo aver visto che i tre stavano facendo un vero e proprio booking fotografico. Assolutamente vietato ai minori. La donna era vestita da suora, in abiti succinti, e si stava facendo riprendere in pose particolarmente provocanti, anche sdraiata sulle lapidi.

La denuncia è scattata per atti osceni in luogo pubblico. I tre hanno 30 anni e sono già noti alle forze dell’ordine per reati minori. Oltre che per atti osceni in luogo pubblico, si sono presi un’altra denuncia per vilipendio di tombe. Due dei tre formano una coppia e sono residenti in provincia di Pisa, l’altro uomo è invece di Fucecchio, nel fiorentino.

La cosa sarebbe probabilmente passata inosservata, chi ‘abita’ il cimitero di sicuro non parla e non vede, se un cittadino nel pomeriggio di martedì non fosse stato anche lui lì nel momento degli scatti fotografici. E non avesse, di conseguenza, chiamato il 112 per quella scena alquanto insolita. I tre si aggiravano tra le lapidi del cimitero. Talmente erano concentrati in quello che stavano facendo che non si sono neanche accorti dell’arrivo dei carabinieri, che li hanno colti mentre i due uomini facevano istantanee a luci rosse alla donna, distesa sulle tombe senza alcun timore.

Per evitare che il ricavato del servizio fotografico potesse finire online, la macchina fotografica è stata sequestrata dai carabinieri. A quanto pare, il servizio prevedeva esclusivamente fotografie e non video, da immettere poi nel mercato pornografico. Lo scenario del cimitero doveva rendere il tutto più estremo e diverso dal solito. Ma non pensiate che sia poi così ‘strano’. Esistono persone che considerano proprio i campi santi ‘eccitanti’. E che, probabilmente, sono convinti grazie alla loro audacia e alla loro avvenenza, di risvegliare pure i morti che riposano in pace. Se cercate con Google “sesso al cimitero’, troverete una lunga serie di articoli di cronaca. Ecco perché le tombe sono particolarmente ricercate per chi vuole avere successo nel mondo del porno. Chissà perché, è considerata una location particolarmente propizia.

di Alessandro Pignatelli