Daiquiri: la ricetta dell’intrigante cocktail caraibico

Daiquiri: la ricetta dell’intrigante cocktail caraibico

14 Marzo 2019 0 Di il Cosmo

di Sabrina Falanga –

Dagli Stati Uniti, dove ci siamo fermati per tutto il mese di febbraio, voliamo ai Caraibi per goderci un po’ di sole sorseggiando un buon sour: “Di sicuro quello preferito dallo scrittore Hernest Hemingway, dal presidente J.F. Kennedy… e il mio” dice Jonathan Bergamasco, il barman della nostra rubrica.

“Era servito all’Avana, nel locale El Floridita, come testimoniano le parole scritte all’interno di un altro bar dell’Avana, La Bodeguita, e che celebravano i due locali storici per assaporare alcuni tra i cocktail più amati al mondo, ‘my mojito at La Bodeguita, my daiquiri at El Floridita’ si leggeva”.

Stiamo parlando del Daiquiri.

“Drink di tipologia sour, semplice negli ingredienti e nella preparazione, ma vincente nel gusto. La leggenda narra che un giorno del 1989 nei pressi di un piccolo villaggio chiamato Daiquiri, oggi conosciuto come Playa Daiquiri, sbarcò un giovane marine molto assetato, che per la fretta di bere qualcosa entrò in una baracca che offriva da bere Rum liscio, ma lui chiese di farselo allungare con del succo di lime e dello zucchero. Nacque così il primo Daiquiri. Esiste però un’altra storia legata all’invenzione di questo cocktail caraibico, pare che, nel 1905, un ingegnere fece visita al collega americano, che lavorava presso una miniera di ferro a Cuba. A fine giornata si fermarono a bere qualcosa, ma in casa c’era solo rum, lime e dello zucchero, così si trasformarono in ‘ingegneri del cocktail’ provando a miscelare questi tre ingredienti e nacque il Daiquiri, dedicato alla spiaggia omonima dove si trovavano. Scegliete voi la versione che preferire”.

Ingredienti:
– Rum bianco 5cl/50ml
– Lime 2,5cl/25ml
– Zucchero liquido 1,5cl/15ml

Cosa ci serve:
– il nostro classico misurino jigger/tazzina da caffè
– coppette da cocktail
– shaker
– spremi agrumi
– Strainer per filtrare
– un terrazzino soleggiato e un bel paio di occhiali da sole

Procedimento:

Versate tutti gli ingredienti nello shaker, aggiungete il ghiaccio e shakerate energicamente.

filtrate il drink in una coppetta precedentemente raffreddata (come già detto più volte tenere i bicchieri in frigo/freezer è sempre una buona idea)

Garnish: dischetto di lime fresco oppure disidratato

Curiosità: “I sour come daiquiri, a mio parere, sono ottimi prima durante e dopo cena, abbinato a carni ‘ciccione’ il sour va a sgrassare il piatto. Anche qui potete giocare un sacco, cambiando il rum, ma non scegliete a caso o in base al colore, i rum sono vari sono molto diversi tra loro, la parca acida del lime oppure lo zucchero classico con un altro. Io propongo una versione con Havana 3, lime e sciroppo di zenzero home Made (lo trovare al super mercato comunque) per un tocco più piccante. Enjoy!”