I sorteggi di Champions ed Europa League

di Franco Leonetti –

Ultime due compagini tricolori nelle coppe europee. Un po’ come avviene ogni anno, ahinoi. La Juventus ha centrato l’impresa storica ribaltando il 2-0 di Madrid, eliminando l’Atletico del Cholo Simeone con un 3-0 perentorio allo Stadium, incorniciato da una prestazione strepitosa, innescata da quel fuoriclasse assoluto a nome Cristiano Ronaldo.

La Juventus, quindi va avanti nella Champions, e perviene ai quarti della competizione più prestigiosa, dove affronterà l’Ajax. Gli olandesi, forti di una magica partita al Bernabeu, dove hanno eliminato nientepopodimeno che il Real Madrid, saranno un avversario assai ostico per la Vecchia Signora, per brillantezza, velocità di manovra e linea verde scintillante, gli “aiacidi” infatti hanno in dotazione una rosa eccellente e giovanissima. Prima partita ad Amsterdam il 10 aprile, ritorno a Torino il 16 dello stesso mese, insomma in una settimana la Juve si gioca la semifinale della coppa dalle grandi orecchie, quel trofeo che tutti i tifosi juventini inseguono da troppo tempo. Ultima affermazione bianconera con la coppa in mano, a Roma, nel 1996, quella era la Juventus di Lippi.

Chi porterà a casa la qualificazione, affronterà in semifinale la vincente di Tottenham-Manchester City, l’urna di Nyon, per la prima volta nella storia, ha sorteggiato una sorta di cartellone tennistico che farà parte delle novità introdotte dalla manifestazione. Il pronostico sulla carta si pronuncia a favore della Juventus, ma l’Ajax è un brutto cliente, pertanto i bianconeri dovranno sfoderare due partite di grande qualità per opzionare il passaggio del turno. In Europa League è rimasto solamente il Napoli a difendere i colori italici, l’Inter, al cospetto di una squadra quadrata ma nulla più come l’Eintracht di Francoforte, è crollata in casa a San Siro e si è fatta eliminare causa una prova grigia e incolore.

Il Napoli invece, dopo uno squillante 3-0 casalingo ai danni del Salisburgo, ha sofferto non poco in Austria, nonostante una sconfitta per 3-1, è riuscito a superare indenne lo scoglio. Il sorteggio però non è stato benevolo per i partenopei, mettendoli di fronte all’Arsenal, una delle favorite assolute per la vittoria finale. Primo match nella tana dei “Gunners” a Londra l’11 aprile, ritorno in Italia il 18, in definitiva Ancelotti si gioca l’Europa di scorta, contro un team di grande spessore continentale che vuole a tutti i costi arrivare in fondo, annoverando grandi campioni tra le proprie fila. Sarà un turno scoppiettante, inutile dire che il Napoli è chiamato a disputare due prove maiuscole, se vorrà proseguire il cammino nella coppa.

La speranza di tutti gli sportivi italiani è chiara, poter rivedere entrambe le squadre in finale delle rispettive coppe, sarebbe una grande soddisfazione per tutto il movimento calcistico, se poi arrivasse un doppio trionfo il calcio italiano salirebbe, nuovamente, nel paradiso pallonaro dopo tanti, troppi anni di carestia. In bocca al lupo ad ambedue i club, Juve e Napoli sognano.

Rispondi