Mancano le tute della taglia giusta, salta la passeggiata spaziale per sole donne

La passeggiata spaziale per sole donne …salta. Il motivo? La Nasa non possiede due tute della taglia giusta. Potrebbe sembrare una fake new e invece non lo è. Il più importante ente spaziale al mondo ha un guardaroba ridotto, quasi come quelle persone che hanno praticamente tutto in casa, ma quando si tratta di vestiti, si accorgono di aver speso soldi in una tv da 50 pollici, nell’ultimo modello di automobile e di essersi dimenticati di fare la …spesa in un negozio di abbigliamento.

L’annuncio ufficiale è arrivato dalla Nasa stessa. Anne McClain e Christina Koch, come due amiche che decidono di vedersi in giro, farsi una vasca e chiacchierare del più e del meno, dovranno saltare questo appuntamento tra le stelle. Le due astronaute avrebbero dovuto installare batterie agli ioni di litio sulla Stazione spaziale internazionale (Iss). Quest’ultima, però, ha solo uno scafandro con busto di taglia media e le due donne non possono certo dividerselo. Il 29 marzo, dunque, partirà una sola delle due.

Le tute spaziali sono composte da diverse parti che poi vanno assemblate per adattarsi al meglio al corpo dell’astronauta. Un lavoro che richiede molte ore. Ecco perché la Nasa ha deciso di soprassedere per ora al viaggio interspaziale delle due. Koch dovrà accontentarsi di un maschio, il collega Nick Hague. L’altra, Anne McCain, comunque, non dovrà attendere molto per avere la sua opportunità, il prossimo 8 aprile toccherà a lei farsi la passeggiata tra le stelle, naturalmente in compagnia di un uomo, il canadese David Saint-Jacques.

Una storia che fa sorridere, come spiegato all’inizio. Evidentemente, però, nessuno finora si era mai posto il problema che due donne potessero gravitare da sole, liberamente, nello spazio. Quasi che anche là fuori ci fosse la possibilità di incontrare mal intenzionati. E dire che le donne vanno in coppia pure a fare pipì. Alla Nasa, evidentemente, non lo sanno.

di Alessandro Pignatelli

Rispondi