Videgiochi: il campione da un milione di $ perde (le staffe)

Viene pagato dai 500 ai 600 mila dollari a evento, ha fatto sapere recentemente di averne incassati un milione per aver giocato in diretta ad Apex Legends. ‘Giocato’, avete capito bene. Perché il Ninja – così si fa chiamare – del videogioco ne ha fatto una professione. Oggi è il più pagato e famoso al mondo. Qualsiasi cosa possa rovinargli la reputazione lo fa arrabbiare. Come l’ultima performance, diventata virale sui social.

Raccontiamo cosa è successo. Mentre giocava a Fortnite, è stato eliminato dopo pochi minuti. Il 27enne americano ha letteralmente perso le staffe in diretta internet, prendendosela con i suoi compagni di squadra, a suo dire colpevoli di una cattiva prestazione. “Stai zitto Tim!” ha ripetuto più volte, spazientito, al microfono. Impossibile calmarlo in quel momento. L’uccisione in Fortnite, per Ninja, è stata  come se un magnate dell’industria avesse perso in Borsa in pochi minuti un’autentica fortuna.

No, non era arrabbiato per i soldi, l’americano. Ma per la brutta figura appena fatta. Se è arrivato a guadagnare così tanto, ad avere così tanta fama, è proprio per i suoi successi. Da solo o in squadra, poco conta. A lui interessa vincere non per intascare dollari, ma per restare perennemente sulla cresta dell’onda. Se a una sconfitta ne dovesse seguire un’altra, e poi magari un’altra ancora, beh non ci sarebbe più nessuno che si strapperebbe i capelli per metterlo sotto contratto. Per averlo in trasmissione.

Il video della sua ira, intanto, è super cliccato su internet. Come dire che è riuscito a trasformare pure una sconfitta in una vittoria. In ulteriore fama. A questo punto è lecito domandarsi se la sua sfuriata fosse veramente dovuta all’istinto o se anche quella sia stata preparata meticolosamente dietro le quinte. In fondo, un campione non è solo chi vince sempre, ma anche chi sa perdere. Questo forse il Ninja non l’ha ancora capito. O forse sì. E trasforma in show pure i momenti più bui della sua carriera da videogiocatore.

A proposito, forse vi starete domandando se oltre al nome di battaglia, all’anagrafe il campione abbia un nome e cognome come tutti. Ebbene sì: si chiama Tyler Blevins. I colleghi che ha trattato così male per la sconfitta sono Tim ‘TimTheTatMan’ e Paul ‘ActionJaxon’. L’eliminazione è avvenuta pochi secondi dopo essere atterrato su corso Commercio, una delle aree in cui solitamente atterra un gran numero di giocatori. Secondo Ninja, l’avversario aveva avuto fin troppa fortuna utilizzando una mitraglietta silenziata. Rabbia mischiata a rabbia, insomma. Fino all’esplosione. C’è chi dice che il Ninja sia bravissimo pure in questo settore: trasformare le arrabbiature preconfezionate in arrabbiature genuine. In particolare quando le partite in streaming sono molto seguite.

di Alessandro Pignatelli

Rispondi