Io, il Sole 24 Ore, i gabbiani e lo Stivale rovesciato

di Alessandro Pignatelli –

Oggi leggo il rapporto del Sole24Ore sul clima in Italia. Ossia, su quali sono le città capoluogo migliori e peggiori. E questa volta devo dire che al Nord va proprio male. Roma addirittura batte Milano per 21 a 96, ossia la capitale è 21esima come condizioni climatiche, la Grande Milano solo 96esima. Penalizzata dal fatto di non avere il mare vicino.

Vince Imperia, per gli amanti delle classifiche. Che in realtà tiene alto lo scettro dell’Altitalia. Ma attenzione, nelle prime dieci posizioni ci sono ben sei città del Sud. La rivincita, insomma, di una zona d’Italia sempre bistrattata, considerata inferiore, a volte addirittura terra straniera. Ma Catania, Cosenza, Bari, Barletta, Crotone sono lì oggi, a dimostrare che i cambiamenti climatici stanno peggiorando in particolare il Nord. Addirittura la ‘mia’ pianura padana chiude mestamente la classifica con quattro città come Lodi, Pavia (ultima), Vercelli (sic!) e Novara. Tutta colpa delle ondate di calore, della siccità (che una volta era un problema del Sud), della mancanza di brezza marina, delle nebbie, delle ore di sole.

Insomma, lo Stivale si è rovesciato. Certo, non stiamo parlando di qualità della vita in generale, ma il clima ne è comunque un fondamentale indicatore. Voi, potendo scegliere, oggi dove andreste a vivere? In un posto dove fai fatica a vedere la casa di fronte a causa di nebbia e smog o in uno dove affacciandoti vedi il mare? Io quindi in un certo senso sono un privilegiato. Sono andato via da una città che ora c’ha pure uno dei climi peggiori d’Italia (come non bastassero le altre critiche che le piovono addosso, immobilismo, provincia che sembra un paese, pochi spazi per i giovani) e vivo in un posto dove, la mattina, davanti agli occhi mi si aprono monti e colline.

Ci pensavo anche domenica, che sono stato a Roma. Mentre sulla mia testa volavano gabbiani. A dirmi che pure il mare è lì, a portata di mano. Non solo le colline e le montagne. Voi direte, pure qui in Pianura Padana. Hai i laghi, il mare non lontano, le Alpi che se allunghi l’indice le tocchi. Sì, ma prima devi superare la cortina di fumo che avvolge la zona.

No, non ho esperienza diretta di vita al Sud, se non da turista. Ma mi dicono che adesso lì piove molto più spesso che al Nord. Cosa che mi stupisce, ma che mi fa anche riflettere: tra un po’ di anni il Sud sarà il nuovo Nord? E quindi scopriremo che si vive di nuovo meglio al Nord perché ci sono più giornate di sole? Sì, ma a me cosa importa? Io sto esattamente in mezzo. E in media stat virtus. Lo dicevano pure i latini.

Rispondi