L’esplosione del calcio femminile

di Franco Leonetti –

Oltre 38 mila spettatori per un incontro di calcio femminile. Una cosa mai vista nel nostro Paese, un segnale chiaro e inoppugnabile che il calcio a tinte rosa sta prendendo sempre più piede ed è sulla giusta rampa di lancio. L’occasione si è creata, domenica 24 marzo, con Juventus-Fiorentina ospitata all’Allianz Stadium, complice la pausa per la Nazionale.

Una cornice di pubblico suggestiva, festante e incredibile, che ha creato un fantastico precedente, una domenica che rimarrà negli annali della storia del calcio femminile. Vero che i biglietti per assistere al match erano gratuiti, ma lo Stadium colmo in ogni ordine di posti per una gara al femminile, è una vittoria simbolica di tutto il movimento. Per la cronaca la gara se l’è aggiudicata la squadra bianconera, già Campione d’Italia, al suo debutto lo scorso anno, e che rischia di portare a casa un nuovo scudetto, avendo 4 punti di vantaggio sulle rivali viola a tre partite dal termine.

L’esplosione del calcio femminile, presente nella nostra penisola da tante decadi ma a livello dilettantistico, si è perpetrato nelle ultime stagioni, quando sono scese in campo società professionistiche di grande livello e tradizione inossidabile, si pensi al Hellas Verona, Atalanta, Milan, Fiorentina, Roma e appunto la Juventus, che hanno dato una vera svolta epocale al movimento femminile, aumentando l’interesse del campionato e, soprattutto, assimilando le squadre rosa a quelle maschili, notoriamente popolari nel mondo del pallone.

Una vera e propria festa del movimento calcistico femminile quella andata in scena domenica 24 marzo a Torino, l’Italia sta crescendo in fretta, e la speranza nemmeno tanto celata è che possa dimostrare a breve, quanto tutto il movimento stia lievitando verso il professionismo e l’accettazione di tutti gli appassionati. Tra l’altro, l’Italia si presenterà ai nastri di partenza del Mondiale estivo che si svolgerà in Francia, dal 7 giugno al 7 luglio 2019. Le azzurre sono state inserite nel gruppo C con Australia, Brasile e Giamaica, con gli Stati Uniti, campioni in carica, che hanno una tradizione decisamente migliore rispetto a noi.

Ma tutto questo entusiasmo e l’accentuato occhio mediatico non potrà che far bene ad un movimento in costante crescita, che ha saputo creare un volano dai numeri interessanti. Le gare della Serie A vengono trasmesse in diretta da Sky, come il campionato maggiore maschile, l’attenzione dei media è sempre più concentrata verso i match femminili, e il prossimo anno, in Serie A, si unirà un’altra protagonista di livello. Anche l’Inter, infatti, è appena stata promossa dalla cadetteria. Insomma, viva il calcio femminile, viva la Nazionale delle donne ai Mondiali di Francia. Passo questo che potrebbe ulteriormente accrescere e incrementare la popolarità del calcio nostrano a tinte rosa, sia in patria sia fuori dai confini.

Rispondi