53 anni di differenza, faranno sesso per un reality

Ci sono le prof pedofile, ci sono i presidenti della Repubblica che stanno con donne molto più anziane di loro. E allora perché stupirsi di una 21enne disposta ad avere rapporti sessuali con un 74enne per un reality (quindi per soldi e notorietà)? Pubblicamente, i due futuri personaggi fanno sapere di essere davvero innamorati e lei cinguetta: “Che male c’è a volere un figlio al più presto?”.

A quanto hanno raccontato i due, la loro vita sessuale è particolarmente attiva (e a stupire è soprattutto il 74enne, naturalmente). Lei si chiama Milijana Bogdanovic, il suo fidanzato un po’ in là con gli anni Milojko Bozic. Il reality show sarà realizzato in Serbia. In realtà, racconterà la storia nel quotidiano dell’insolita coppia, amplessi compresi. Al Mirror, per sgombrare il campo dalle malelingue, lei ha aggiunto: “Voglio davvero dimostrare alla gente che ciò che ci unisce è reale”.

Sarebbe bello, in un mondo reale, crederci. Pensare che in fondo vogliono le luci dei riflettori per far capire anche agli scettici che 53 anni di differenza possono non essere niente se c’è l’amore. Peccato che a fare notizia non sia tanto il sentimento, quanto il fatto che i due siano disposti a mettere in piazza pure ciò che fanno sotto le lenzuola (ammesso che lo facciano per davvero). Insomma, in questa storia tra finzione e realtà, è molto difficile capire cos’è una e cos’è l’altra.

Se il loro amore è genuino, se hanno davvero rapporti sessuali regolarmente, perché spiattellarlo in televisione davanti a un pubblico morboso? Le polemiche non mancano, ovviamente. I due vengono accusati di essere strumento di un’astuta operazione di marketing (di preparazione al programma?). Quello che è certo è che nel mese di settembre la strana coppia suggellerà un amore così sproporzionato unendosi in matrimonio. In Comune. Sapete perché? La Chiesa locale non ha voluto aprire le sue porte proprio per via della differenza d’età. E anche qui bisognerebbe aprire un lungo capitolo: chi sono il parroco e l’autorità ecclesiastica per dire di no a due persone che vogliono sposarsi? Indipendentemente dal fatto che sia vero amore o no.

Fino a settembre c’è comunque tempo, ‘Parovi’ (Coppie), questo il nome del programma, inizierà tra qualche settimana. Anticipato da questo tam tam mediatico, non è difficile immaginare che farà un alto share. E poi? Lei veramente si dedicherà anima e corpo alla vecchiaia di lui? Lui davvero è disposto a far ‘sacrificare’ una ragazza così giovane? E il figlio, qualora dovesse nascere, è giusto che prevedibilmente cresca senza avere un padre, se non per pochi anni? Troppe domande, davvero. E in fondo forse questo è ciò che volevano ottenere gli ideatori del reality. Se la coppia risponderà il meno possibile a tutte queste domande, per la tv sarà ancora meglio. Il mistero attrae più di qualunque altra cosa.

di Alessandro Pignatelli

Rispondi