Innovare, creare lavoro, pedalare: l’Italia si fa avanti

Innovare, creare lavoro, pedalare: l’Italia si fa avanti

11 Aprile 2019 0 Di il Cosmo

di Alessandro Pignatelli –

Hai voluto la bicicletta? Pedala. E avrai qualcosa in più nello stipendio. Ma se non vuoi uscire a cena con il portafogli, niente paura: sarà sufficiente lo smartphone per dimostrare che di chilometri nei hai percorsi, che di follower ne hai quanti ne vuoi, che i like sulla tua pagina piovono letteralmente al cielo. E se il lavoro proprio non riesci a trovarlo, la vita ti sorriderà lo stesso: sarà sufficiente un’idea, la classica scintilla, e improvvisamente ti si schiuderanno le idee dell’azienda che stavi cercando e che stava scandagliando il mercato a caccia di una risorsa come te.

È la nuova frontiera dell’innovazione, declinata in varie forme. Sono i pionieri, in Italia (ma non solo), di un nuovo modo di muoversi per attirare clienti o per dare occupazione. C’è il ristorante milanese che ti dà sushi, sashimi e uramaki a seconda dei follower che hai su Instagram. Se sono tanti, mangi gratis. Se non ne hai molti, te li fa avere ed entri nell’Olimpo dei social, di una vera e propria community. Thisisnotasushibar utilizza proprio questa filosofia per attirare la clientela nei suoi sei punti vendita milanesi. Sulla scia di un esperimento che pure oltre confine prevede la distribuzione di pinte di birra gratis come premio per chi cammina o corre tanto.

Just Knock, invece, non propone il curriculum, ma l’idea, il progetto del candidato. Se l’azienda apprezza, allora seguirà il cv con dati personali e quant’altro. E se dopo un po’ vuoi cambiare ruolo o reparto, sempre Just Knock proporrà il progetto anonimo al datore di lavoro. Piace? Bene, hai fatto bingo. La società è tutta al femminile, conta già 70 aziende clienti e quest’anno si internazionalizzerà.

C’è poi il Sud Italia, troppo spesso accusato di immobilismo. Questa volta, parte da qui la rivoluzione della mobilità. Se il tragitto casa – lavoro lo fai in bicicletta invece che in auto, a Bari, la Regione Puglia aggiunge un tot a chilometro nel tuo stipendio (per quattro mesi). E la stessa cosa prevede la policy aziendale della Andriani spa, sempre in Puglia, e non solo in modo sperimentale, ma definitivo. Per motivare i dipendenti a lasciare la macchina a casa, nonostante l’Italia sia tuttora la seconda in Europa per numero di autovetture possedute. In Francia entro il 2022, per legge statale, sarà obbligatorio questo tipo di incentivo, in Belgio lo è già e si vedono i risultati. Noi ci stiamo muovendo. Del resto, Coppi e Bartali italici erano.