La Juventus sciupa il primo match point Scudetto

di Franco Leonetti –

La trentaduesima giornata ha regalato tante sorprese: un campionato che ha sempre qualcosa di importante da dire. La Juventus, ad un solo passo da un nuovo scudetto, ha perso a Ferrara, scialacquando il primo match point per appuntarsi, aritmeticamente, il tricolore sul petto. Basterà un pareggio dal prossimo turno con la Fiorentina e sarà matematico, quindi nulla di trascendentale è accaduto in questa ottica.

Il Napoli ha rafforzato il secondo posto e pare pressochè irraggiungibile, anche l’Inter ha messo un ulteriore mattone verso la Champions: Napoli 67 e Inter 60. Il Milan è in robusta lotta per il quarto posto e la giornata appena consumata, ha sorriso agli uomini di Gattuso, tra l’altro, che brutto gesto antisportivo e intollerabile quello di Bakayoko che mostra la “camizeta” di Acerbi in segno di scherno ai propri tifosi.

I rossoneri occupano in solitaria la quarta piazza a 55 punti, tallonati da vicinissimo dalla Roma, 54 e Atalanta 53, che ha fallito una grande chance facendosi fermare in casa dall’Empoli: insomma contesa aperta fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Più in basso Torino 50, Lazio 49, che deve recuperare una gara, e Sampdoria 48, sono tutte in lotta per l’Europa. Fiorentina 40, Sassuolo e Cagliari a 37 sono club senza più ambizioni se non concludere al meglio il torneo, poi dai 35 punti di Parma e Spal comincia la zona rossa, quella bollente che partorirà una retrocessa.

Il Chievo è matematicamente sceso in B dopo 11 anni di permanenza nella massima serie, in bocca al lupo per una pronta risalita, il Frosinone rimane aggrappato per onor di firma, ma i 23 punti in graduatoria dicono che servirebbe un vero miracolo, a -8 lunghezze dalla quart’ultima a 6 partite dalla fine: un Everest da scalare. L’Empoli è terz’ultimo a 29 punti ma il pareggio di Bergamo ha dato ulteriore vigore alle ambizioni di salvezza, momentaneamente fuori dalle tre posizioni pericolose il Bologna a 31, Udinese 32 e il Genoa, risucchiato pericolosamente verso il basso a 34, insomma da questo lotto di squadre uscirà il nome di chi si siederà sulla scomoda poltrona della cadetteria.

La prossima giornata conta su sfide quasi decisive, la Juve ospita la Fiorentina a Torino per il secondo match scudetto, ma il big match è Inter-Roma con i giallorossi che devono far punti per rimanere attaccati al treno Champions. Il Milan va a Parma, il Napoli ospita l’Atalanta per una gara che profuma di coppe europee, e ancora Lazio-Chievo, Empoli-Spal, una sorta di spareggio salvezza, Cagliari-Frosinone, Udinese-Sassuolo è una specie di ultima spiaggia per i friulani, mentre concludono il turno Genoa-Torino e Bologna-Sampdoria, due sfide che devono regalare punti importanti alle squadre di casa per la salvezza.

Buon campionato a tutti!

Rispondi